Farmaci a portata di App: le nuove frontiere di medicina e tecnologia

//   9 aprile 2018   // 0 Commenti

app-farmaco

Nel mare magnum di applicazioni mobile per cibo, ristoranti, e-commerce, moda e libri, anche la medicina ha deciso di restare al passo con il progresso ideando della App che siano quanto più possibile utili nella vita quotidiana dei pazienti.

FarmaHelp, è una tra le App più gettonate, scaricabile su Google Play Store per dispositivi Android e su App Store per iPhone e iPad, rende accessibile dal proprio telefonino o Tablet informazioni, modalità d’uso e controindicazioni di molti farmaci e sostanze chimiche in vendita in Italia. L’idea è di Giancarlo Renzi, chirurgo dell’ospedale Sant’Andrea di Roma. Egli ha voluto sfruttare la semplicità delle nuove tecnologie per supportare i pazienti nel momento in cui hanno bisogno di un farmaco, e per evitare confusioni e incertezze quando si assume un medicinale. L’applicazione, la cui versione “lite” è scaricabile gratuitamente mentre la “premium” (che permette anche di creare una lista di farmaci “preferiti” e di scrivere note e commenti personali) costa 2,99 euro, spiega cosa sono e che funzione hanno i farmaci, quali effetti indesiderati possono dare e quali altri medicinali possono esserci abbinati. Si tratta di un grande database dei farmaci contenuti nella banca dati dell’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco). Con la funzione FarmaWorld è inoltre possibile sapere come si chiamano i diversi farmaci in altri Paesi, opportunità molto utile per i viaggiatori.

Ma anche il personale medico ha diritto ad utilizzare i nuovi mezzi tecnologici per semplificare il lavoro clinico ed implementare velocità e precisione. Per loro, infatti, si può realizzare in formato digitale una specie di prontuario dei farmaci più utili da usare in pronto soccorso, dove il medico ha facilmente a disposizione la scheda del farmaco, con indicazioni, posologia e controindicazioni.

Per accedere alle principali equazioni e formule per la pratica medica, come il peso corporeo ideale, gap anionico, calcolatrice LDL, pressione arteriosa media, ossigenazione index e tantissime altre esiste, inoltre,  un’applicazione che comprende diversi criteri e specialità (dalla medicina interna, alla cardiologia, alla pediatria,  alla geriatria, alla ginecologia e così via).

La componente tecnologica di certo non può sostituire il capitale umano, ma può semplificare la fruizione dei farmaci e snellire le pratiche di lavoro clinico.

App farmaco 150x150


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *