Europa League: sorriso a metà per le squadre romene

//   19 agosto 2011   // 0 Commenti

la coppa EL

Il primo turno dei play off per poter accedere alla fase a gironi della Europe League si è concluso con tre vittorie e due sconfitte.

387571 galamaz 150x150Nella partita più attesa, a seguito delle polemiche scatenate da voci su possibili scommesse di alcuni giocatori, lo Steaua ha battuto il CSKA Sofia per 2 a 0. Avvio molto forte dei “militari” allenati da mister Leny che schierando il solito 4-4-2 passano subito in vantaggio con un bel gol di testa realizzato da Galmaz (foto) al ’16 e mettono al sicuro la partita con il raddoppio di Tatu al ’76 dopo un avvio di secondo tempo in affanno.

 

Il Rapid passa sul difficile terreno della squadra polacca dello Slask , vice campione di Polonia, con un tondo 3-1. Primo tempo difficile per i romeni che passano in svantaggio al ’16  grazie al gol del capitano dello Slask Mila. Momenti di sbandamento che vedono anche una fase di gioco piuttosto dura, alla fine del tempo saranno già 8 gli ammoniti, e solo un gran gol da 35 metri di Grigore al ’24 riesce a scuotere i compagni che iniziano a giocare un bel calcio, pressando alto e andando più volte vicini al gol. Roman al ’34 e Apostol al ’79 mettono al sicuro il risultato e permettono alla squadra di Lucescu di affrontare la gara di ritorno del 25 agosto con più tranquillità.

L’unica nota negativa per le squadre della capitale viene dalla Dinamo che ha perso per 2-1 con gli ucraini dello Vorskla. Al ’24 gran gol di Kryvosheyenko a cui risponde al ’58 Niculae (foto) per il momentaneo pareggio. 387558 marius niculae1 150x150Fallaccio al ’64 di Grigore che viene espulso per doppia ammonizione mettendo in ulteriore difficoltà la squadra apparsa stanca e senza lucidità. Beffa nel finale quando all’89 Rebenok segna il secondo gol regalando agli ucraini la vittoria.

Facile vittoria del Vaslui per 2-0 contro lo Sparta Praga mai entrato in partita grazie all’avvio sorprendente dei gialli romeni che passano subito con Temwanjera al ’13 e raddoppiano al ’36 con Milanov. Un secondo tempo intelligente a gestire la palla e risultato ha permesso alla squadra di mister Hizo di portare a casa la partita senza eccessivi sforzi.

Sconfitta netta per il Gaz Metan in Austria conto il Wien per 3-1. Passati subito in svantaggio con Linz al ‘7 ed in finale di primo tempo con Barazite, autore anche del erzo gol degli austriaci al ’61, non è servito a nulla il momentaneo pareggio di Breewel al ’24 ma potrebbe essere fondamentale per la partita di ritorno che si preannuncia molto difficile.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *