Europa League, Lazio di misura, flop Udinese

//   4 novembre 2011   // 0 Commenti

221

Giornata in chiaro scuro per le italiane in Europa League. La Lazio batte 1 a 0 lo Zurigo davanti al pubblico di casa. L’Udinese crolla a Madrid contro l’Atletico e perde per 4 a 0. Per i biancocelesti i giochi si riaprono dopo una sconfitta e due pareggi mentre i friuliani possono stare un po’ più tranquilli grazie al primo posto pari-merito e due punti di stacco sulla terza.

La partita della Lazio si mostra dura fin dall’inizio, le occasioni si sprecano da una parte e dall’altra. Al 2′ Marchetti compie un miracolo su tiro di un avversario lasciato libero, tre minuti dopo Sculli spedisce alto di poco. Dal 20′ in poi salgono in cattedra gli svizzeri: la Lazio subisce il palleggio dello Zurigo, senza accennare una reazione. Arriva l’intervallo senza particolari emozioni.

Il secondo tempo inizia con due sostituzioni: entrano Cissè e Brocchi al posto di Klose e Lulic. La Lazio cambia mentalità, è più pimpante, aggressiva. E infatti sfiora il vantaggio con Ledesma e Cissé. Il vantaggio si concretizza con Brocchi: l’attaccante francese libera di tacco il centrocampista che segna da discreta distanza.

La Lazio si difende con i denti e annulla la verve non sopita dello Zurigo. All’80′ Rocchi si mangia il raddoppio.

Anche la partita dell’Udinese inizia male, ma finisce peggio. I bianconeri, imbottiti di giovani e senza Di Natale, subiscono il primo gol già al ’7: Adrian Lopez approfitta dello scivolone di Ekstrand e insacca. Cinque minuti dopo l’Udinese si becca il raddoppio, sempre con Lopez (di testa).

L’Udinese tenta una reazione con Fabbrini, ne esce una conclusione debole.

L’Atletico ha ancora fame e al 36′ fa il 3 a 0: al termine di un’azione complessa e ricca di scambi, Diego piazza il pallone in rete da posizione ravvicinata. La partita sembra chiusa definitivamente, eppure i friulani si svegliano proprio ora: prima Floro Flores e poi Abdi sfiorano il gol a inizio secondo tempo. Falcao spegne gli ardenti spiriti degli uomini di Guidolin con il 4 a 0 (gol da posizione defilata). La partita praticamente finisce qui, con l’Udinese che è giù con la testa sotto la doccia e l’Atletico che non ha più voglia di far male.


Tags:

europa league

lazio

udinese


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *