ETJCA, L’AGENZIA PER IL LAVORO NUMERO UNO IN ITALIA

//   9 aprile 2015   // 0 Commenti

20150312_113740 OK

Ci racconta in breve la realtà di Etjca?
1 – Etjca – Agenzia per il Lavoro è una realtà italiana e indipendente che offre una gamma completa di servizi per aziende che vogliono integrare e potenziare il proprio organico con selezione di candidati e corsi di formazione ad hoc e per persone che cercano lavoro o desiderano ricollocarsi professionalmente.
Con circa 50 filiali su tutto il territorio nazionale, è in grado di fornire soluzioni personalizzate e intervenire efficacemente sulle necessità di aziende e candidati.

Chi si rivolge alle vostre agenzie, e per quali motivi? Com’è cambiato negli anni l’utente del lavoro interinale?
2 – Negli anni, il ruolo dell’Agenzia per il Lavoro si è evoluto, passando da semplice intermediaria a operatore polifunzionale, capace di fornire diversi servizi legati alla gestione delle risorse umane. Questo differente e nuovo approccio è reso ancor più evidente dalle differenti attività inerenti le politiche attive del lavoro, oggi sempre più frequentemente delegate da parte degli Enti Pubblici. I nostri candidati si affidano a Etjca perchè ci considerano un semplice, gratuito e rapido strumento per inserirsi o ricollocarsi nel mondo lavorativo, potendo inoltre usufruire di corsi di formazione specifici e consulenze personalizzate.

Qual è il peso degli incentivi messi a disposizione a livello nazionale per sostenere le assunzioni dei giovani? Sono determinanti nelle scelte di un’azienda oppure no?                                                                                                                                                                                                                                        3 – La disoccupazione giovanile è un grandissimo problema poiché incide sulle prospettive future e ostacola il rinnovamento. In questi anni il modello “famiglia”, ancora molto forte e presente in Italia, è riuscito ad attutire questo problema, delicato ma estremamente sentito.

Secondo l’Istat, sotto il profilo demografico, le classi d’età fino a 34 anni sono “oramai da identificare come la componente giovanile della disoccupazione”. Come si caratterizza la disoccupazione adulta rispetto a quella giovanile? Cosa comporta per un adulto essere disoccupato?           4 – Il progetto “Garanzia giovani” e i relativi incentivi non hanno trovato il successo sperato, probabilmente a causa della eccessiva burocratizzazione e complicazioni amministrative; è invece indubbiamente positivo l’effetto generato dall’esonero contributivo per le assunzioni a tempo indeterminato, introdotto con l’ultima legge di stabilità. Tale incentivo, oltre a comportare per le aziende una notevole riduzione del costo del lavoro, è di facile e immediata applicazione.

Come valuta le volontà di Università di aprirsi al mondo del lavoro e cercare partnership vincenti?
5 – E’ importante che non solo le Università ma anche tutto il sistema scolastico si avvicini e interagisca con le Aziende; questa nuova sinergia dovrebbe partire in particolar modo dalle scuole superiori professionali, portando le esperienze di tirocinio /stage a essere percepite come un’opportunità per ogni studente in quella fase di formazione.

Etjca offre i suoi servizi sia nel settore privato che in quello pubblico. Con quali modalità?
6 – Etjca assiste con la propria offerta di servizi tutti i soggetti imprenditoriali, siano essi pubblici o privati.

Vista questa sua esperienza in corso d’opera cosa si sente di consigliare alle imprese italiane? Incentivi alla assunzione o autoimprenditoria?         7 – Le aziende italiane vorrebbero principalmente una progressiva e massiccia sburocratizzazione e semplificazione dei moltissimi adempimenti amministrativi. / Le aziende italiane vorrebbero principalmente una progressiva e massiccia sburocratizzazione e semplificazione dei moltissimi adempimenti amministrativi. Spesso per fruire degli incentivi il percorso burocratico è impervio , quindi disincentivante

Come ci si prepara ad un colloquio di lavoro? Quali i suggerimenti?                                                                                                                                                      8 – Per un colloquio di lavoro è necessario essere trasparenti e diretti rispetto alle proprie competenze/capacità, dimostrarsi positivi e propositivi. È inoltre fondamentale, prima di affrontare il colloquio, informarsi bene sull’attività dell’azienda, il core business, gli obiettivi, la capillarità, la presenza sul territorio… Far capire che ci si è informati sull’azienda prima di affrontare il colloquio con il Responsabile del Personale, è sempre vincente e predispone positivamente l’interlocutore.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *