Equilibriodonzia e tecnologia EPTAMED

//   6 giugno 2017   // 0 Commenti

sorriso

Sorriso 300x222Come e dove nasce EPTAMED?

Eptamed nasce dall’esperienza e dalla collaborazione di un team composto da Odontoiatri, Osteopati e Logopedisti che, nella piena collaborazione, sono riusciti ad ottenere risultati sorprendenti, in tempi molto rapidi e con spiccati benefici sui pazienti. In questo modo è nata Eptamed srl, un’azienda votata alla ricerca di nuove soluzioni  da applicare prevalentemente in campo odontoiatrico e fisiatrico.  Il primo traguardo di Eptamed è stato raggiunto con il brevetto del dispositivo Equilibratore M.E.A (Medical Equilibrium Active). Ma lo sviluppo è andato ben oltre ed oggi Eptamed ha registrato ben 6 brevetti.

L’equilibratore e la sua evoluzione

EPTAMED è l’equilibratore che posiziona i denti in maniera naturale, allenta le tensioni muscolari, migliora la postura e contribuisce a rieducare la lingua, migliorando la respirazione nasale.

L’evoluzione inizia nell’anno 1953, per merito del prof. Reno Soulet dell’università di Clermont-Ferrand ed il prof. André Besombes dell’università di Parigi, che in maniera quasi casuale, furono in grado di ideare un prodotto simile in caucciù. Inizialmente, l’idea era quella di salvaguardare il lavoro svolto durante i mesi invernali sui giovani pazienti benestanti, ma successivamente, capirono che i pazienti miglioravano notevolmente la loro condizione. Ciò nonostante, la loro intuizione fu accantonata in favore delle tecniche multibanda, che risultavano essere più redditizie sia per i medici che per le multinazionali del settore odontoiatrico. Ma nell’anno 2013 Eptamed ha introdotto l’Equilibriodonzia un innovativo metodo ortodontico che ricerca l’equilibrio funzionale della bocca attraverso metodiche naturali e non invasive proprio  dall’impegno del Team Eptamed è nato il brevetto dell’Equilibratore M.E.A.

Equilibriodonzia e prima infanzia

Lo sviluppo della bocca viene determinato dalle sue funzioni che si organizzano a partire dalle tredicesima settimana di vita intrauterina, con l’inizio della deglutizione; dalla nascita con la respirazione e la suzione e dalla comparsa dei denti decidui con la masticazione.

L’esperienza decennali ha permesso di arrivare a capire quali siano le patologie di una bocca  disequilibrata:

cefalee

quadri dolorosi del rachide e delle articolazioni

dislessia, deficit di attenzione e iperattività

malattie della sfera ORL

roncopatie e apnee notturne

problematiche allergiche

disturbi dell’equilibrio

Pertanto, dal punto di vista terapeutico,  l’Equilibriodonzia si avvale di dispositivi funzionali mobili non invasivi, che rappresentano oggi l’evoluzione.

Il processo del cambiamento, di riabilitazioni delle funzioni, assume un’importanza fondamentale nei bambini in fase di crescita in quanto l’armonizzazione che ne consegue si evidenzia nella successiva crescita cranio-facciale. La dentosofia oggi con l’utilizzo di nuovi equilibratori biocompatibili, permette di ottenere ottimi risultati riportando equilibrio anche nelle bocche più disarmoniche.

Da cosa dipendono i denti storti?

I denti storti dipendono dalla genetica ma anche dall’alterazione delle funzioni della bocca. La malocclusione è una disarmonia delle arcate dentarie che può avere carattere estetico o può evidenziarsi attraverso svariati dolori funzionali. Può essere riferita ad un gruppo di denti, ad una sola arcata oppure alle relazioni tra la mascella e la mandibola. La malocclusione è legata ad una disarmonia delle funzioni vitali correlate alla bocca: respirazione, deglutizione, masticazione e fonazione, per questo intervenire con il metodo naturale, è meno traumatico e porta ad ottenere risultati davvero sorprendenti, per un benessere totale dell’individuo.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *