Energia: Polidori, su operato Sogin governo adempiente

//   29 settembre 2011   // 0 Commenti

saluggia sogin 300x225Il Governo ha adempiuto a tutte quelle che erano le prescrizioni normative nazionali ed europee afferenti all’operato e alla mission della Sogin“. Risponde così il sottosegretario allo sviluppo economico, Catia Polidori, all’interpellanza urgente che l’on. Bobba (Pd) ha presentato oggi al governo. “Il ministero dello Sviluppo economico infatti sta comunque per inviare alla rappresentanza permanente a Bruxelles una descrizione del progetto del deposito temporaneo per lo stoccaggio di rifiuti radioattivi solidi ( D2 ) che la Sogin sta realizzando nell’impianto Eurex di Saluggia: questo a dimostrazione che la notifica alla Commissione europea di tale progetto, ai sensi del trattato EURATOM, non era dovuta, ne’ da parte del governo ne’ dalla Sogin stessa“.

Più in particolare infatti, il sottosegretario ha spiegato nel corso dell’interpellanza che la notifica non era dovuta alla commissione in quanto: il progetto del deposito di Saluggia, trattandosi di modifica di impianto, non comporta prescrizioni meno restrittive rispetto all’impianto stesso e non causerebbe “scenari incidentali più gravosi rispetto a quelli gia’ considerati nella procedura di autorizzazione per l’impianto Eurex“. In secondo luogo Polidori ha ribadito che “il deposito D2 di Saluggia e’ stato autorizzato secondo l’iter amministrativo ordinario, ai sensi della vigente normativa di settore” e che quindi la Sogin “sta iniziando i lavori sotto la vigilanza ed il controllo dell’ Ispra”. Infine e’ stato sottolineato che il deposito in questione serve “per migliorare l’assetto dell’impianto in termini di riduzione di rischio radiologico per l’uomo e per l’ambiente e di maggiore protezione dei rifiuti stessi dagli agenti meteorici e dagli eventi esterni naturali”. Tali rifiuti radioattivi saranno tempestivamente trasferiti al deposito nazionale, non appena questo sarà disponibile.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *