Energia e Pmi: con caro-accise stangata fino +160% su fascia media

//   14 marzo 2012   // 0 Commenti

tralicciCambiano le accise sui consumi di energia elettrica ed è stangata sulla fascia media delle Pmi. Con il nuovo regime in vigore dal 1 gennaio 2012 le aziende con consumi mensili tra 200mila e 1,2 milioni di chilowattora (kWh) subiranno un aggravio record delle imposte, con punte del +160% rispetto al 2011. È quanto emerge dalla simulazione di Padova Energia, il consorzio di acquisto di Confindustria Padova, sull’effetto delle nuove disposizioni. Al centro delle novità la soppressione dell’addizionale provinciale e l’aumento dell’imposta erariale, con una redistribuzione dell’onere fiscale che avrà un aggravio netto sulle medie imprese, a fronte di benefici minimi per le piccole aziende e di esenzione totale per quelle energivore. Pavin: «Penalizzato manifatturiero. Servono criteri di gradualità ed efficienza energetica». Quest’anno 77 delle imprese consorziate a Padova Energia pagheranno 1,7 milioni di imposte in più (+40,79%), mentre aumentano del 12% gli oneri di sistema A3. Griggio: «Vanificato lo sforzo dei consorzi di negoziare prezzi vantaggiosi».


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *