Emma trionfa al Festival di Sanremo

//   20 febbraio 2012   // 1 Commento

emma_morandi

Premio della critica Mia Martini a Samuele Bersani, Arisa vince quello della sala stampa RadioTv. Da Celentano nuovi attacchi a “Famiglia Cristiana” e “Avvenire” nella sua mezz’ora di show, con le proteste in teatro del pubblico che poi applaude quando canta. Comicità con Geppi Cucciari e Luca e Paolo. Ospiti internazionali Cranberries.

Golden share della sala stampa a Noemi e rush finale con il televoto
Il giudizio del televoto mette al primo posto Arisa seguita da Emma, Gigi D’Alessio con Loredana Berté, Noemi, Pierdavide Carone con Lucio Dalla e al sesto posto Dolcenera. La sala stampa ha votato così in modo da fare balzare l’artista di una posizione e concorrere così alla vittoria. La scelta è caduta su Noemi che è balzata così al primo posto. Si azzera il televoto e al rush finale arrivano tre donne Arisa, Noemi, ed Emma. E vince quest’ultima.

Premio della Critica “Mia Martini” a Samuele Bersani
Samuele Bersani con “Un pallone” ha vinto il Premio della Critica Mia Martini seguito da Eugenio Finardi e Nina Zilli.  Arisa ha invece vinto il Premio della Sala Stampa RadioTv, battendo Nina Zilli (seconda) ed Eugenio Finardi (terzo).

Boom di ascolti nella finale: raggiunti 14milioni 456mila spettatori
Per l’ultima serata del festival di Sanremo che ha ospitato Adriano Celentano gli spettatori sono stati 14 milioni 456 mila pari al 50.93% dishare nella prima parte e 12 milioni 31 mila con con il 68.74% nella seconda. Un dato che migliora decisamente sia il risultato della quarta serata del festival, sia quello della finale 2011.


Articoli simili:

1 COMMENT

  1. By arizona colt, 25 giugno 2017

    A quelle bimbeminchia che hanno votato Emma spendendo decine di euro con gli sms vorrei tanto fare quello che Jean Louis Trintignant faceva ai cattivi ne “Il grande silenzio” di Sergio Corbucci: fargli saltare i pollici a pistolettate, poi voglio vedere come manderanno i messaggini.E questo paragone non è casuale:ieri mi è sembrato di rivedere un brutto remake del film di Corbucci, con Arisa nella parte di Silenzio, eroe che si batte con coraggio, semina la morte, fa vedere i sorci verdi ai cattivi ma alla fine soccombe alla legge del più forte(ma non del più bravo).Se dovessi mai fare un remake di questo film, per la parte di Tigrero, sceglierei Maria de Filippi(senza occhiali è identica alla buon’anima di Klaus Kinski)

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *