Sclerosi Multipla e CCSVI: un convegno a Siracusa

//   15 ottobre 2011   // 0 Commenti

di Alessandro Rasman

prof zamboni 300x182Nell’ambito delle giornate angiologiche siciliane organizzate dalla Società Italiana di Flebologia Clinica e Sperimentale (SIFCS) si è tenuto ieri a Siracusa un interessante simposio sulla sclerosi multipla e la CCSVI (insufficienza venosa cronica cerebro spinale).

E’ intervenuto per primo sull’argomento il prof. Paolo Zamboni, Direttore del Centro Malattie Vascolari dell’Università di Ferrara, che ha scoperto la CCSVI nel 2008 e che ha presentato una lettura magistrale intitolata “Rationale della CCSVI nella Sclerosi Multipla” dove ha potuto condividere con i presenti lo stato della sua ricerca che ha offerto una nuova speranza agli oltre 60.000 malati italiani di sclerosi multipla, patologia gravemente invalidante che colpisce soprattutto persone giovani tra i 20 e i 40 anni e dunque nel pieno delle loro attività.

Sono quindi intervenuti durante il simposio il prof. G. Pennisi, neurologo, che ha parlato della malattia e delle sue caratteristiche cliniche, il prof. L. Di Pino, angiologo, sulla diagnostica ecocolordoppler della CCSVI, il prof. P.F. Veroux, chirurgo vascolare, sul trattamento endovascolare, la dr.ssa V. Drago sugli aspetti cognitivo-comportamentali nella SM ed il prof. F. Patti, neurologo, sulla riabilitazione nella sclerosi multipla.

Prendendo spunto da questo interessante simposio è auspicabile che possa proseguire nell’esclusivo interesse del malato il dialogo e la collaborazione tra i neurologi che si occupano di sclerosi multipla e gli esperti vascolari che trattano la CCSVI sia dal lato diagnostico che terapeutico.

Fonte:
http://www.siapav.it/riservata_r/sicilia/6.pdf


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *