Elezioni in Marocco, vittoria degli islamici di Pjd

//   28 novembre 2011   // 0 Commenti

Abdelilah Benkirane elezioni marocco 2011

Rabat – Cambio al potere in Marocco. Nell’unico paese dell’area del Maghreb che non è stato investito dall’ondata di rivolte della primavera araba, le elezioni legislative del 25 novembre hanno sancito il ‘turnover’ alla guida del paese. Il premier uscente Abbas el-Fassi del Partito Istiqlal (Indipendenza) è stato infatti sconfitto dagli islamici del Pjd (Partito Giustizia e Sviluppo) che hanno conquistato 107 dei 395 seggi in palio. Ora, come sancito dalla nuova Costituzione che ha trasferito parte dei poteri reali all’esecutivo, il re Mohammed VI sceglierà in seno al partito vittorioso il premier incaricato di formare il nuovo governo, che sarà necessariamente di coalizione. ”È una vittoria netta ma abbiamo bisogno di alleanze per lavorare insieme – ha dichiarato Abdelilah Benkiranesegretario generale del Pjd (nella foto) - Attenderemo la nomina da parte del re Mohammed VI di un nuovo capo di governo per cominciare le consultazioni con agli altri partiti politici”. Terzo partito con 52 seggi conquistati l’Unione nazionale degli indipendenti (Rni) del ministro dell’Economia e Finanze Salaheddine Mezouar.

Dopo Turchia e Tunisia, il Marocco è il terzo paese dell’area mediterranea a nominare un partito islamico alla guida del governo, evento che potrebbe presto ripetersi in Egitto, dove oggi, dopo le violenze e scontri delle scorse settimane, sono stati aperti i seggi per la prima consultazione elettorale del dopo-Mubarak. Una vittoria arrivata gradualmente per il Pjd: dopo gli appena 8 seggi conquistati nella prima partecipazione elettorale nel 1997, nel 2007 è diventato partito d’opposizione con 42 seggi. Oggi, sull’onda della Primavera araba e dell’insoddisfazione giovanile, il movimento islamico sale al potere, nonostante le critiche ricevute per l’atteggiamento ostile nei confronti della laicità, della lingua berbera e degli omosessuali.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *