EcoTyre raggiunge i 350 Soci e potenzia il portale operativo

//   25 settembre 2014   // 0 Commenti

images

Il Consorzio piemontese, che si occupa della gestione di PFU (Pneumatici Fuori Uso) e dei servizi logistici di raccolta per conto di importatori e produttori di pneumatici, ha raggiunto quota 350 aderenti e implementato l’operatività del portale.

Forte di una consolidata esperienza nella gestione delle filiere di ritorno, EcoTyre svolge la sua attività di raccolta in modo capillare su tutto il territorio nazionale. Si avvale di una struttura dinamica per soddisfare le richieste dei propri Soci, garantendo la certezza del ritiro di PFU presso i punti di raccolta e limitando l’aumento dei costi e dei tempi di intervento.
La costante crescita, che ha consentito a EcoTyre di divenire l’operatore di settore con il maggior numero di soci ed il secondo per quantitativi raccolti, ha spinto verso una sempre maggiore efficienza del proprio sistema informatico. Grazie al potenziamento del portale operativo, gli aderenti potranno effettuare online tutte le dichiarazioni di legge, compilando le schede relative ai quantitativi immessi sul mercato. La maggiore fluidità del passaggio di informazioni richieste dalla legge ridurrà  l’errore umano e garantirà un rispetto dei tempi di consegna.
Le informazioni saranno poi rielaborate da EcoTyre e trasferite al Ministero dell’Ambiente, per la raccolta di PFU corrispondenti e l’avvio ad un corretto recupero.
Questo sistema assicura che, in Italia, per ogni pneumatico nuovo immesso sul mercato ne venga riciclato uno equivalente, evitando abbandoni indiscriminati e costi per la collettività . L’attività di EcoTyre in favore dell’ambiente si esplica anche in raccolte straordinarie presso depositi di PFU abbandonati: ogni anno sono recuperati più PFU di quanti pneumatici nuovi siano stati messi su strada.
I numeri in continua crescita (raccolti oltre 42 milioni di kg di PFU nel 2014) hanno consentito di ottimizzare i costi di gestione e di ridurre ulteriormente, dal 1 luglio, il contributo ambientale per il sistema di raccolta, pagato dai consumatori al momento dell’acquisto di un nuovo pneumatico. Il risparmio per i consumatori finali raggiunge una cifra pari a 2 milioni di euro su base annua, variando le riduzioni per tipologie di pneumatico fino a percentuali del 20%.
Esprimendo l’orgoglio per il lavoro svolto nel primo triennio di attività , il Presidente di EcoTyre Enrico Ambrogio, illustra il piano operativo dell’azienda, che punta all’efficienza del sistema, a conferma di una fiducia reciproca con i Soci. “L’investimento nel nuovo portale va proprio in questa direzione: semplificando la gestione si riducono i costi e i tempi sia per il Consorzio che per i nostri singoli aderenti. Siamo felici che, mentre il saldo ambientale continua ad essere positivo, i ritocchi al contributo portano sempre un segno meno, restituendo ai cittadini e ai consumatori un ambiente migliore con costi minori” conclude Ambrogio.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *