E’ il Veneto l’orto europeo della qualità

//   6 febbraio 2012   // 0 Commenti

aglio 300x198Il Veneto è uno dei leader indiscussi tra le regioni italiane nell’esportazione dei prodotti agroalimentari. Il valore della produzione totale del solo settore ortofrutticolo regionale vale circa 700 milioni di euro, dei quali il 67 per cento è rappresentato dagli ortaggi.

La principale caratteristica delle produzioni venete è la grande varietà, in virtù di una corrispondente varietà territoriale rappresentata da mare, montagna, collina, pianura, laghi, fiumi, lagune. Tanta diversità di ambienti regala una pluralità di prodotti tipici, molti dei quali a denominazione o indicazione d’origine protetta. Anzi: il Veneto è la prima regione europea per produzioni riconosciute a denominazione.

Il solo comparto ortofrutticolo regionale propone al mercato internazionale tre DOP e quattordici IGP – sottolinea l’assessore al commercio estero Marino Finozzi che ben qualificano la nostra campagna come ‘orto di qualità per l’Europa’. Ogni giorno partono dai nostri mercati TIR che portano la nostra verdura e frutta fresca in gran parte dei Paesi dell’Unione europea, soprattutto in Germania e in Europa centrale. La denominazione di queste produzioni sono una garanzia per i consumatori e un esempio di bontà; spesso sono produzioni assolutamente uniche e dimostrano anche la qualità del territorio e l’attenzione degli agricoltori veneti per la conservazione della biodiversità, a fronte di produzioni mondializzate omologate nell’uniformità”.

Nel settore ortofrutticolo, i prodotti a Denominazione d’Origine Protetta sono 3: Aglio Bianco Polesano; Asparago Bianco di Bassano; Marrone di S. Zeno

Le produzioni ortofrutticole e cereali a Indicazione Geografica Protetta sono invece 14: Asparago Bianco di Cimadolmo; Asparago di Badoere; Ciliegia di Marostica; Fagiolo di Lamon della Vallata Bellunese; Insalata di Lusia; Marrone di Combai; Marroni del Monfenera; Pesca di Verona; Radicchio di Chioggia; Radicchio di Verona; Radicchio Rosso di Treviso; Radicchio Variegato di Castelfranco; Riso del Delta del Po; Riso Vialone Nano Veronese.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *