Dormire bene? Impossibile senza il materasso giusto

//   22 luglio 2019   // 0 Commenti

materassi-per-bambini

La scelta del materasso su cui si dorme è destinata a influenzare non solo la qualità del sonno, ma anche la vita da svegli, visto che un riposo non adeguato può avere effetti deleteri sulla quotidianità. Ecco perché è molto importante conoscere e saper distinguere i vari tipi di materasso che si trovano sul mercato: in lattice, memory foam o a molle.

I materassi in lattice e le soluzioni alternative

materassi in lattice hanno il pregio di garantire un supporto più che discreto alla colonna vertebrale. Un potenziale difetto va individuato nel fatto che questo materiale tende a soffrire l’umidità e, quindi, a rovinarsi in maniera precoce. I materassi in memory foam, invece, sono realizzati con schiuma poliuretanica in strati di densità differenti. Il materiale fa sì che la temperatura del corpo modelli la superficie, la quale – di conseguenza – riesce ad adattarsi alle curve fisiologiche. Per quel che riguarda i materassi a molle, infine, ciò che conta non è il numero di molle presenti quanto, piuttosto, la loro qualità. Nella parte superiore esse possono presentare dei materiali extra, come il memory o il lattice. Quasi sempre le varie molle sono insacchettate, il che vuol dire che sono indipendenti le une dalle altre.

Il memory foam

Il memory foam è un materiale viscoelastico: vuol dire che è in grado di deformarsi a seconda del peso che lo carica. In tutti i suoi punti esso si può deformare in modo differente: ecco perché l’introduzione sul mercato di questa soluzione ha cambiato la vita di molte persone. Il nome memory foam, d’altro canto, non è casuale: indica la capacità di ricordare per alcuni secondi le deformazioni subite. In effetti si può avere una prova di tale peculiarità in modo molto semplice: basta appoggiare la propria mano su uno strato di memory foam, applicare una leggera pressione e poi togliere la mano per accorgersi che in superfici è rimasta impressa l’impronta. Dopo qualche secondo, poi, il materiale ritorna allo stato di partenza.

La salute della schiena

Non è mai superfluo mettere in risalto l’importanza della salute della schiena per il benessere quotidiano: di notte essa deve rimanere completamente diritta, in una posizione naturale per effetto della quale si possono riposare non solo gli arti inferiori, ma anche il collo e l’addome. In questo modo si può beneficiare di quello che è a tutti gli effetti un sonno ristoratore. Dormendo a pancia in su, i dolori e i fastidi muscolari si riducono, ma anche coloro che sono abituati a dormire di lato si accorgeranno della differenza.

Le caratteristiche di un buon materasso

Un materasso di qualità come notteflex deve essere in grado di assicurare un sonno impeccabile. Per trovare il prodotto più in linea con i propri bisogni, è necessario valutare con la massima attenzione le proprie abitudini e quali esigenze si ha in mente di soddisfare, senza trascurare le capacità di spesa e, quindi, il budget che può essere investito.

Il sostegno del corpo

La prima caratteristica di un buon materasso consiste nella capacità di sostenere in maniera ergonomica il corpo, in modo che alla colonna vertebrale sia permesso di mantenere la propria curvatura naturale e di rimanere rilassata. Occorre che il materasso non sia eccessivamente morbido né eccessivamente duro. Ciò comporta che, quando si è sdraiati, non si dovrebbe percepire alcun tipo di pressione da nessuna parte: la sensazione deve essere quella di un galleggiamento.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *