Dopo il richiamo il decalogo

//   28 settembre 2011   // 0 Commenti

Il richiamo è stato forte come sono quelli della Chiesa quando cerca di ricordare a tutti noi quali sono i principi etici, ma la reprimenda non è rivolta solo al “peccatore” ma, anche a tutti coloro che rimescolano, che seguono piste anche illegali, come quelle delle intercettazioni e della gogna mediatica alla quale vengono sottoposti tutti, enfatizzando fatti privati e indicando al pubblico ludibrio tutti, politici, privati, cittadini, come con lo scandalo pedofilia che anche nella chiesa ha mietuto tante vittime. Noi facciamo informazione ma, non abbiamo mai pubblicato intercettazioni perchè crediamo che la privacy di tutti vada salvaguardata.

Giusta la legge che viene presentata alle Camere e che dovrà porre un freno a chi non riesce senza regole scritte. Le stesse anche quando ci sono, spesso vengono disattese. Senza regole scritte non si può continuare, non c’è capacità di autoregolamentazione. Il Card. Bagnasco ha dichiarato che – “sta rinascendo un nuovo movimento di cristiani ” – è vero, abbiamo in più riprese fatto la cronaca di incontri, convention, dibattiti nei quali l’ On. Publio Fiori, ex Ministro delle infrastrutture è tornato in campo. Ettore Bonalberti che dal Veneto dirama i suoi appelli al consolidamento del PPE e del suo essere un partito cattolico, la riscoperta della famiglia come riporta il neonato partito delle aziende il PDA, tutti, comprendono che cattolicesimo, famiglia e sviluppo dell’economia, con il giusto riconoscimento del lavoro, vanno rilanciati.

angelo bagnascoL’esortazione di Bagnasco non deve essere ridotta alla sola ennesima critica a Silvio Berlusconi, del quale mai si parla per ricordare che l’idea della rivoluzione economica liberale lui l’avrebbe voluta attuare ma, lo strapotere di Tremonti e delle sue deleghe in asse con la lega hanno fin qui legato le mani alla “fantasia economica”, quella prevista nei progetti degli imprenditori. La critica che molti hanno letto lanciata al Presidente del Consiglio, per molti l’auspicio di una ”spallata inquisitoria”, non aveva solo lui nell’obbiettivo. Ma non ci sarà neanche questa volta la caduta, le dimissioni, il seguito che desiderano le opposizioni che oltre a dire con Bersani ” dopo Silvio non c’è il diluvio “, forse il diluvio no ma la pioggia battente si, mai una proposta di progetti concreti avanzano. L’appello dei vescovi va anche verso chi non sa porre alternative, la Chiesa deve simbolicamente “scendere in campo”.

Lo deve fare con suggerimenti preziosi, come un giusto richiamo al decoro ma soprattutto al rispetto della persona umana. Quello che il Papa pone al centro dell’obbiettivo e che tutti possono perseguire. La Chiesa stessa dovrebbe dare anche un indirizzo al credito, alle banche, molte quelle di ispirazione cristiana ma poche quelle che pongono con il microcredito in particolare, soluzioni concrete. Immettere denaro nell’economia non è solo quello destinato ai grandi progetti o ai finanziamenti alle aziende, ma in soccorso alle famiglie per alimentare i consumi e i piccoli investimenti che, diano forza all’ottimismo di giovani che vogliono intraprendere, come fanno tanti immigrati, che scommettono sul loro futuro di artigiani e commercianti. Non possiamo pensare che i posti di lavoro si creino dal nulla, anzi la manodopera viene ridotta con l’ingresso delle tecnologie nelle aziende e quindi, ci si deve dare una mossa. Senza fatti concreti e aiuti veri nella sburocraticizzazione come nella detassazione nessuno si imbarcherà nell’impresa. La chiesa ha più volte ricordato questo ma vada oltre, scriva anche lei come ha fatto Confindustria un decalogo di suggerimenti, sarà un ulteriore e valido contributo a supportare le azioni di Governo, dandogli quella scossa e quel coraggio che esiste già. C’è bisogno dello slancio di tutti della società civile come della chiesa, un nuovo assist ai governanti perchè prendano le decisioni più coraggiose e lungimiranti.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *