Direttamente dalle montagne della Svizzera…Heidi!

//   13 gennaio 2012   // 0 Commenti

HeidiMusical 300x300

Le sono stati dedicati molti film, serie televisive, cartoni animati e commedie teatrali, oltre ad un musical all’aperto, precisamente a Maienfeld, tra le montagne svizzere, meta ancora oggi di migliaia di turisti. Noi la conosciamo soprattutto per la famosa serie televisiva che esplose fra gli anni ’70 e ’80 e che ancora oggi possiamo apprezzare: parliamo di Heidi, che diventa finalmente un divertente musical-commedia, con la regia di Maurizio Colombi. L’appuntamento è al Gran Teatro Geox domenica 15 gennaio, alle ore 18. I biglietti per lo spettacolo sono disponibili anche direttamente presso la biglietteria del teatro a partire dalle ore 15 (per i bambini tariffa ridotta € 6,50). Il copione, scritto da Lori e Colombi, mantiene i contenuti e la trama centrale del romanzo, sostituendo il testo tradizionale con un testo teatrale brillante, basato sull’equivoco, quasi a diventare una “vaudeville” con colpi di scena e finali comici. Le musiche e le canzoni sono originali, ma non mancano alcuni richiami a pezzi famosi come “I will survive” cantato dalla Rottermayer quando viene licenziata. Le musiche creano quella magia che riporta alle favole dei fratelli Grimm. I contenuti sono semplici e coinvolgono grandi e piccoli. Lo spettacolo è intriso di valori quali l’affetto e la famiglia. Valori difficili da ritrovare oggi quindi si ride si piange e allo stesso tempo ci si commuove e perchè no il lieto fine ci fa anche un po sorridere. Anche fiocco di neve, una capretta vera, fa parte del cast e diventa inevitabilmente la star dei bambini presenti in sala.

Il cast artistico e’ composto da 10 attori, cantanti, ballerini. Il ruolo del nonno è interpretato da Rino Silveri (capocomico) e la parte di Heidi è interpretata da Francesca Epifani.

I biglietti sono in vendita, a partire da € 17,50 (ridotto bambini 3-12 a partire da € 6,50), online al sito www.granteatrogeox.com e direttamente presso la cassa del teatro.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *