Cultura, 150 amministrazioni aderiscono alla Fondazione “Calabria Roma Europa” di Domenico Naccari

//   12 marzo 2012   // 0 Commenti

SelliaMarina. Sindaco Amelio con Naccari e Salerno

Catanzaro  - La Fondazione culturale “Calabria Roma Europa” estende il suo radicamento nel territorio calabrese. Le amministrazioni locali che hanno aderito finora sono 150. Ultimi in ordine di tempo, i comuni Sellia Marina e Satriano nel Catanzarese, che sono stati presentati ufficialmente nel pomeriggio di sabato dal presidente della sodalizio, Domenico Naccari, delegato del sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ai rapporti con le comunità regionali. A Sellia Marina, centro di oltre 7 mila abitanti sullo Ionio, ha presieduto l’incontro il sindaco Giuseppe Amelio, presenti il vicesindaco Walter Placida, i sindaci di Cropani, Colosimo; di Botricello, Camastra e il consigliere regionale on. Nazzareno Salerno che ha accompagnato il delegato di Alemanno anche a Satriano dove ad attendere l’onorevole Naccari c’era il sindaco Michele Drosi insieme a Raffaele Mancini, ex primo cittadino di Soverato, il primo comune ad aderire a “Calabria Roma Europa” nel 2011. Entrambi gli incontri sono stati promossi dal dinamico Raffaele Fimiano, membro dell’esecutivo della Fondazione che nel presentare le iniziative ha ribadito “la necessità per i piccoli comuni di fare rete”. “Stiamo diventando una bella realtà – ha aggiunto Fimiano – in cui sono confluiti enti locali e associazioni con l’idea di fare squadra e promuovere l’enorme potenziale di sviluppo della Calabria”. “Onorato” di aderire alla Fondazione, il sindaco di Sellia Marina, Giuseppe Amelio, che ha offerto la propria disponibilità a cooperare con l’organismo di Naccari “per realizzare gli obiettivi di valorizzare del patrimonio storico e culturale della cittadina”. “E’ una grande opportunità – ha detto Amelio, consegnando a Naccari copia della delibera di giunta –, una vetrina qualificata nella Capitale dove promuovere le bellezze del nostro comprensorio”. Anche Michele Drosi, sindaco di Satriano ha accolto con grande entusiasmo l’idea di aderire alla Fondazione. “Può essere uno strumento – ha detto Drosi – dove confrontarsi e fare sintesi delle questioni che riguardano i piccoli comuni. La nostra adesione alla Fondazione nasce dalla volontà di ampliare le relazioni, di dialogare e interfacciarsi con una grande città come Roma”. Il consigliere regionale, on. Nazzareno Salerno ha ricordato che la fondazione “non ha colori politici ed è protesa a favorire scambi culturali che possono arricchire sia Roma che la Calabria. Non bisogna guardare all’appartenenza politica – ha sottolineato il presidente della Terza commissione regionale -, ma alla validità dei progetti per la crescita e lo sviluppo della Regione”. A concludere i due incontri, l’on. Domenico Naccari che ha ripercosso le tappe che hanno segnato la nascita di “Calabria Roma Europa”, le iniziative fatte a Roma e in Calabria, le adesioni qualificate, senza nascondere “la soddisfazione” di aver centrato un obiettivo così ambizioso nell’arco di un anno. “Con il sostegno del sindaco Alemanno, – ha detto Naccari – siamo riusciti a creare un legame stabile tra Roma e questa regione. Il nostro obiettivo è tenere saldo questo rapporto e intensificare le relazioni tra la Capitale e la Calabria in un’ottica di condivisione del patrimonio storico, cercando di favorire scambi culturali e, perché no, – ha concluso il delegato capitolino – anche orientare i flussi turistici dei romani verso una regione che offre bellezze rare sul piano paesaggistico e ambientale”.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *