Crudo o cotto?

//   16 ottobre 2012   // 2 Commenti

Svezia-Danimarca 2-2

L’Italia torna in campo stasera, per la 4° giornata dei gironi di qualificazione ai Mondiali del 2014 in Brasile.

A partire dalle ore 20:45, infatti, gli azzurri ospiteranno la nazionale danese a Milano, nello stadio San Siro.

Se l’Italia domina il gruppo B, con 7 punti in 3 partite, la Danimarca è invece penultima in classifica: è vero, ha giocato soltanto due partite…ma i pareggi con Repubblica Ceca (0-0) e Bulgaria (1-1) hanno quasi compromesso una sua eventuale partecipazione ai Mondiali brasiliani…

Per la sfida contro la Danimarca, Prandelli ha deciso di effettuare alcune sostituzioni: Balotelli ha superato l’influenza e sarà titolare al fianco di Osvaldo; Abate potrebbe sostituire Maggio nel ruolo di terzino destro, Chiellini dovrebbe rimpiazzare Bonucci in difesa e De Sanctis sarà probabilmente schierato al posto dell’acciaccato Buffon…non la migliore delle notizie!

La Danimarca ha invece imperniato il suo gioco sulla difesa, molto più di quanto non si dica di noi italiani…è questo il vero catenaccio! Nella breve esperienza in Polonia ed Ucraina, la formazione nordica era capitata nel peggiore dei gironi: Portogallo, Germania e Olanda erano certamente favorite per il passaggio del turno, ma nonostante ciò all’esordio i danesi sono riusciti ad arginare tutti gli attacchi degli sfortunati orange, vincendo poi in contropiede per 0-1. Le loro stelle sono Erikssen dell’Ajax e Bendtner della Juventus: in bianconero non ha ancora mai segnato…vuoi vedere che il primo goal in Italia lo farà proprio al San Siro?! Se l’attaccante ex-Arsenal non sembra aver entusiasmato Conte, che non l’ha mai schierato titolare, nella nazionale danese Bendtner rappresenta il titolare inamovibile: è stato suo l’unico goal segnato dalla formazione scandinava nelle due partite di qualificazione. La sua rete ha permesso di rimontare l’iniziale svantaggio subito in Bulgaria, ma bisogna dire che i padroni di casa sono rimasti in dieci per più di un’ora…

I bookmakers confidano negli azzurri: quota 1.50 per la vittoria dell’Italia, quota 6.00 per l’improbabile successo dei danesi in trasferta. Prandelli ha però avvertito: la Danimarca è storicamente un cliente difficile, per noi italiani…

Nel 1999, infatti, l’Italia fu sconfitta in casa proprio dai danesi: il 2-3 di quell’anno sarebbe oggi quotato a 80!!!

Il precedente che vogliò però ricordare, è quello sciagurato 0-0 del 2004, negli Europei in Portogallo. Sommando questo 0-0 con l’1-1 ottenuto contro la Svezia (con goal di tacco di Ibrahimovic), concedemmo l’opportunità alle due squadre scandinave di servirci il calcio più indigesto della nostra storia…non una peperonata, ma il biscotto nordico! Un 2-2 scritto a tavolino eliminò l’Italia del Trap, a cui nulla servì il goal di Antonio Cassano: mai visto un’esultanza che si trasforma così velocemente in pianto!

Inutile dirlo: quel biscotto non l’abbiamo mai digerito. Oggi, stasera, sarà la volta buona per dimostrarlo, a distanza di 8 lunghi anni…in cui nessuno di noi si è scordato di quel 2-2!

I giornali hanno giustamente criticato la nazionale italiana in Armenia, accusata di aver rischiato troppo in difesa con i contropiedi avversari e, aggiungo io, di essere stata davvero poco concreta e fantasiosa in attacco: delle 3 reti segnate, una è giunta dagli 11 metri (per un rigore generosamente concesso a Pirlo) mentre le altre due sono persino arrivate grazie ad un colpo di testa…non certo la nostra specialità! Prandelli si è difeso dicendo che solo attaccando si possono rischiare i contropiedi: secondo lui quella con l’Armenia è stata una buona prestazione…secondo lui, non secondo il resto dell’Italia! Non sappiamo ancora quali saranno i  nostri giocatori in Brasile, nè sappiamo a quali livelli sarà giunto il nostro gioco, ma una cosa è certa…domani, crudo o cotto, non sarà un gran biscotto!!!

Gli addetti ai lavori prevedono una partita senza troppi goal, noi invece speriamo in una sonora, meritata ed anche prevedibile lezione di calcio italiano: noi, i maestri della cucina, non serviremo dolcetti e biscotti, ma goal e spettacolo, ne son certo. Voi che dite, sarà 2-0 (quota 6) o 3-0 (quota 10) ?

Forza azzurri!!!

Per completare questo piatto freddo (è risaputo che la vendetta si serve meglio così…) a pomeriggio andrà in scena il ritorno tra l‘Italia under21 e la giovane Svezia…l’altra faccia del biscotto. Venerdì sera la nazionale di Mangia si è imposta a Pescara con un misero 1-0 (goal di Immobile), ma ha ampiamente dimostrato di essere molto più completa della Svezia, alta e lenta. Alle ore 18:00 gli azzurrini saranno visibili su Rai2: la loro (probabile) vittoria in Svezia è ben pagata: quota 2.35 per il segno “2″. Difficile pronosticare il risultato esatto in questa che potrebbe essere una partita equilibrata e decisa da un episodio; tuttavia sono fiducioso nel tridente della nostra under 21 (Insigne, Immobile e De Luca) e spero che Mangia possa far assaggiare i nostri talenti nella terra del biscotto nordico: l’ 1-4 è quotato a 50, il 2-4 addirittura a 100!

Infine scontro di alto tasso tecnico e livello agonistico, quello tra Spagna e Francia, previsto sempre per stasera, 16 ottobre 2012, alle ore 21:00. Le imbattibili furie rosse sono inevitabilmente favorite (quota 1.50)…ma chi si sarebbe aspettato di vedere la Francia a quota 8?! I nostri cugini d’oltralpe hanno una squadra veramente ben attrezzata che, a voler essere oggettivamente onesti, pare anche migliore della nostra, almeno sulla carta. Questo, tuttavia, non gli impedirà di uscire da Madrid…con le ossa rotte: 2-0 (a quota 6) o un 4-0 (a quota 17) come quello che noi tutti ricordiamo di aver subito, solo pochi mesi fa?

Buona serata e (anche se Halloween è ancora lontano)…dolcetto o scherzetto?

Crudo o cotto?

 

 

 


Articoli simili:

2 COMMENTS

  1. Pingback: Calcio/ Italia-Danimarca: tra uno sputo e un biscotto – TM News | Calcio Mondiali Brasile 2014

  2. By Maria Teresa, 21 luglio 2019

    Finalmente ritorna Apicella con i suoi divertenti articoli, pero’ non sono d’accordo con i suoi giudizi
    alquanto severi verso la nazionale italiana.
    Si puo’ vincere per tanti motivi purche’ non si entri nella pasticceria dei furbi.
    Stasera dalle 18 saro’incollata al video e…….forza Italia!

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *