Crisi. Frattini: “L’Italia non teme di fallire”

//   8 settembre 2011   // 0 Commenti

frattini

“Fate largo all’Italia che avanza” questo il titolo dell’iniziativa giovanile promossa dal ministro della Gioventu’ Giorgia Meloni. Ai piedi del Colosseo, sino all’11 settembre, i virgulti di “parte, non di partito” potranno confrontarsi con protagonisti della politica italiana, saggisti e giornalisti. Spazio anche all’alleggerimento con musica, mostre e presentazioni di libri. E poi la possibilità di contribuire a cause di solidarietà. Ma il vero scopo dell’iniziativa è dibattere di idee, politica, società: tanti i temi di cui discutere, tutti introdotti da aforismi che riassumono il gusto della discussione a seguire, mutuati da grandi pensatori, da Dostoevskij a Pound, da Virgilio a Ortega y Gasset.

”L’Italia non teme di fallire o andare in default ma si e’ battuta prima per la Grecia e si batte oggi perche’ la zona euro risponda unita se un paese fa i compiti a casa” come fa l’Italia: cosi’ il ministro degli Esteri, Franco Frattini nel suo intervento oggi pomeriggio al festival Atreju.

”Non dobbiamo tirare per la giacchetta la Bce, la cui indipendenza e’ un valore aggiunto”, ha proseguito il ministro.”Ma o l’Europa esiste quando e’ in pericolo la casa comune – ha concluso – oppure non e”’.

Spazio al programma economico del Pdl sabato, quando alle 11,30 Gasparri, Gelmini, Matteoli e Lupi discuteranno di manovra finanziaria e attacchi speculativi all’Italia. A chiusura di convegno l’intervento del presidente del Senato Schifani. Nel pomeriggio si affronta lo scottante tema delle caste, moderato dal direttore del Tempo Mario Sechi con ospiti Brunetta, Calderoli, Storace. A seguire confronto sulla politica amministrativa fra il sindaco Gianni Alemanno e il primo cittadino di Milano, Giuliano Pisapia. Alle 21,30  sale sul palco per la prima volta in concerto ad Atreju, Max Pezzali. Domenica tutta dedicata alla nuova stella del Pdl, il segretario Angelino Alfano.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *