Crescere con il Made in Italy

//   21 novembre 2011   // 0 Commenti

anci 2011 300x150CRESCERE CON IL MADE IN ITALY è la riflessione di ANCI, Associazione Nazionale Calzaturifici Italiani, in partnership con Newton M.I.-Gruppo 24 Ore.
In concomitanza con il meeting annuale di ANCI, l’Associazione coglie l’occasione per raccontare il made-in-Italy tra passato, presente e futuro attraverso una rappresentazione metaforica del “positivo” e del “negativo”.

“Ripartiamo dalle nostre radici per riscoprire l’identità comune di un percorso straordinario e condividere le risorse del made-in-Italy calzaturiero, patrimonio nazionale grazie al quale eccellere sui mercati internazionali – afferma Cleto Sagripanti, presidente ANCI. La calzatura italiana costituisce prima di tutto un valore culturale di tradizione, creatività e qualità che si tramanda da generazioni, oltre a rappresentare un valore commerciale ed economico di primo piano per il nostro Paese. In una situazione così complessa tanto in Italia quanto in Europa, si rende ancora più necessario un nuovo progetto di unione e collegialità all’insegna di una storia condivisa da raccontare e da costruire tutti insieme per lo sviluppo e la valorizzazione del made-in-Italy nel mondo”.

Un appuntamento che mira a riscoprire conoscenza, cultura e artigianalità del ben fatto italiano, con i dieci “imperativi” cardine delle grandi aziende italiane che ogni giorno creano e diffondono in tutto il mondo l’eccellenza del brand made-in-Italy.
1. Non avrai altra crescita senza il made-in-Italy: essenziale per la crescita delle imprese, deve essere sostenuto attraverso una mobilitazione di tutti gli imprenditori e dell’intero Paese
2. Non usare il nome del made-in-Italy invano: il made-in-Italy è reale solo se è prodotto in Italia
3. Ricordati di celebrare i tuoi valori: il made-in-Italy è il nostro sistema di valori; non solo prodotto, ma cultura e arte
4. Onora la tradizione della tua azienda e abbi il coraggio di innovare: storia e identità sono essenziali per la continuità dell’impresa, ma per crescere bisogna sfidare la tradizione attraverso ricerca e innovazione
5. Non ferire la tua impresa con strategie di brevissimo periodo, aggreghiamoci su progetti di medio-lungo termine: l’aggregazione è essenziale nell’ottica di attuare strategie di breve e lungo periodo a supporto della capacità competitiva delle imprese
6. Seleziona i canali distributivi e scarta quelli impuri: puntare su canali distributivi che garantiscono un posizionamento preciso del prodotto
7. Conversa con le comunità e racconta la tua unicità: raccontare la propria unicità alle comunità on line e dal vivo
8. Mostra al consumatore le origini del tuo prodotto: i consumatori desiderano conoscere le origini autentiche del prodotto
9. Non desiderare i modelli degli altri, genera ogni giorno i tuoi: per essere vincenti sul mercato bisogna puntare su originalità, ricerca e innovazione
10. Ricorda che le sfide sono il senso del nostro viaggio: i momenti di difficoltà vanno vissuti come occasioni di innovazione per fare la differenza, con coraggio, lasciando spazio ai giovani

L’Associazione mira a diventare interlocutore principale di tutte le istituzioni e punta di diamante del made-in-Italy nel mondo, mantenendo la propria identità di settore; ciò significa coinvolgere tutti gli imprenditori e l’intero Paese grazie a strategie di medio e lungo termine basate sul supporto alla competitività e al riposizionamento delle imprese. Tra le misure concrete pensate per promuovere il made-in-Italy e le aziende calzaturiere, ANCI si propone di potenziare MICAM ShoEvent quale vetrina internazionale della calzatura di alto livello e consolidare l’azione di internazionalizzazione in Asia e Paesi Emergenti, Russia e Paesi della C.S.I., Nord America ed Europa, tutelando il made-in-Italy e il consumatore. È necessario poi impegnarsi per il rafforzamento delle politiche di lobby a favore del settore calzaturiero, la formazione dei giovani imprenditori, la tutela legislativa del made-in-Italy, la lotta alla contraffazione, il sostegno al credito per le PMI e il monitoraggio della politica commerciale europea.

ANCI ha inoltre in programma l’attivazione di uno sportello per facilitare l’accesso ai finanziamenti per l’innovazione, lo sviluppo nelle imprese di specifiche competenze per la ricerca stilistica e retail, l’attivazione di servizi informativi e di ricerca tecnologica e scientifica attraverso l’azione del Centro Italiano Materiali di Applicazione Calzaturiera – CIMAC.

CRESCERE CON IL MADE IN ITALY propone quindi un racconto dei saperi, delle professionalità artigianali italiane e delle passioni che le animano partendo dalla consapevolezza che la forza del ben fatto italiano non dipende solo dall’indiscutibile qualità dei nostri prodotti, ma anche dall’essere parte attiva di una comunità che riscopre, raccontandosi, il proprio valore aggiunto. Per questo i partecipanti sono allo stesso tempo protagonisti e autori della tavola rotonda e dei tre focus operativi e progettuali dedicati ai giovani e alle tecnologie, al brand e all’innovazione nel retail attraverso esempi pratici e soluzioni operative per un approccio strategico legato al concetto del fare sistema.

“Il convegno, a cui abbiamo voluto dare un taglio dinamico attraverso il dibattito e i focus tematici condotti da esperti e professionisti di grande prestigio, vuole essere occasione utile per realizzare una maggiore interazione fra Associazione e associati, per mettere sul piatto idee concrete con uno sguardo al futuro traendo ispirazione dalla cultura della produzione calzaturiera italiana e, soprattutto, appassionare i giovani e tutte le migliori risorse imprenditoriali italiane – conclude Cleto Sagripanti, presidente ANCI. Al fine di promuovere il settore calzaturiero è infatti necessario attingere alle grandi risorse economiche che possiede l’Italia in termini di capitale umano e capacità imprenditoriale. Anche per questo motivo è urgente attuare le riforme che liberino queste risorse realizzando politiche di sviluppo in grado di sgravare gli oneri burocratici, allentare la pressione fiscale, rilanciare la promozione del made-in-Italy nel mondo”.

A corredo della convention, ANCI allestisce nella hall della location la prima mostra fotografica dedicata alle aziende associate e alla loro storia; un percorso di dinamico confronto sul tema “come eravamo” & “come siamo”, una raccolta di foto in bianco e nero che contribuiscono a raccontare sotto forma di immagini tradizione e valore dell’artigianalità, passione e cuore delle aziende che producono il made-in-Italy. Le foto concorrono a dare al visitatore una percezione della volontà di crescere delle aziende calzaturiere italiane in termini di uomini, processi di lavorazione, stabilimenti calzaturieri e prodotti. La stessa volontà di crescere che riguarda l’Associazione come testimonia il percorso cronologico delle celebri campagne per la promozione del made-in-Italy e del suo valore.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *