Confindustria Padova: Claudio Velasquez confermato Presidente dei servizi innovativi

//   26 ottobre 2011   // 0 Commenti

claudio velasquez_presidente servizi innovativi e tecnologici__confindustria pd (1)

claudio velasquez presidente servizi innovativi e tecnologici  confindustria pd 11 200x300L’imprenditore Claudio Velasquez è stato confermato alla presidenza della sezione Servizi Innovativi e Tecnologici (SI) di Confindustria Padova per il biennio 2011-2013. Lo ha eletto all’unanimità l’assemblea dei soci della seconda merceologia di Confindustria Padova (dopo la meccanica) con 232 imprese e oltre 7.200 addetti. Padovano, 53 anni, laurea in economia e commercio a Ca’ Foscari, Velasquez è amministratore delegato di Retail Solutions Srl di Padova. Lo affiancheranno i vice presidenti Stefano Martellucci (Telecom Italia Spa, Padova) e Isabella Chiodi (Ibm Italia Spa, Padova).

L’assemblea ha inoltre rinnovato il Consiglio Direttivo. Oltre a Velasquez e ai vice presidenti, ne fanno parte gli imprenditori: Pierluigi Ancilotto (Comunica Srl, Padova), Fabiano Begal (Finegil Editoriale Spa, Padova), David Bramini (Visionest Srl, Padova), Massimo Coccato (Beta Studio Srl, Ponte San Nicolò), Antonio Ereno (Studio Ingegneria Ereno, Padova), Luca Giuman (Infonet Srl, Curtarolo), Luca Laroni (Vodafone Omnitel N.V., Padova), Nicola Meneghello (New Vision Srl, Limena), Andrea Rizzo (Elmat Spa, Padova), Angela Ruzzante (Studioverde Srl, Curtarolo), Alfieri Voltan (Siav Spa, Rubano), Umberto Zagarese (Comlegal, Padova).

«Il terziario innovativo si conferma trainante per l’economia padovana – sottolinea il presidente Claudio Velasquez -. Ma l’onda lunga della crisi sta toccando anche il nostro settore. Nell’ultimo anno, a fronte di una stagnazione del manifatturiero, le imprese di SI sono cresciute del +2,3%, ma il fatturato ha segnato una contrazione del -5,1% nel primo semestre 2011». Pressoché stabile l’occupazione con un -0,3% (dopo il +1,2% nel 2010).

«La congiuntura permane difficile, è il momento di far decollare azioni urgenti per ripartire. A Padova possiamo contare su un patrimonio di competenze hi-tech capace di innervare il tessuto produttivo e traghettarlo verso una nuova competitività». Una rete con oltre 16mila imprese, un quarto del totale veneto, che genera l’11,2% della ricchezza provinciale e il cui contributo al valore aggiunto è raddoppiato nell’ultimo decennio (+94,5%). Una Valley cresciuta a ritmi forzati, con imprese più che raddoppiate, e la creazione di 19.100 nuovi posti di lavoro (+66,8%). E che ha l’epicentro a Padova, tra la Stanga e la zona industriale, dove operano 3mila aziende di engineering e informatica, R&S, marketing, consulenza, tlc.

Questo territorio ha una vocazione per il tecnologicamente avanzato, da sostenere e valorizzare – sottolinea Velasquez -. Vogliamo farlo con Soft City, dando un marchio d’area a un tecnopolo che già esiste, per renderlo riconoscibile e attrattivo di investimenti e opportunità di business. Un impegno per le imprese, chiamate a sviluppare forme aggregative, a diversificare l’offerta e a internazionalizzarsi. Un progetto che ha l’adesione convinta di Camera di Commercio e Comune di Padova per lo sviluppo organizzato del settore e la contaminazione di competenze nei servizi pubblici, come infrastrutture immateriali e digitalizzazione dei servizi della PA».

Nato a Padova, 53 anni, sposato e con un figlio, Claudio Velasquez è ad di Retail Solutions, azienda fondata nel 2008, specializzata nell’applicazione di tecnologie informatiche al mercato della distribuzione al dettaglio, con 15 addetti e 2,2 milioni di fatturato. Laureato in economia e commercio all’Università Ca’ Foscari di Venezia, si è formato in PricewaterhouseCoopers e ha svolto una lunga carriera di manager, in particolare nell’area commerciale e marketing, in Serenissima Informatica, storica azienda padovana dell’ICT. Impegnato dal 2005 nella vita associativa, ha fondato ICT-Lab, il raggruppamento delle società di informatica aderenti a Confindustria Padova che ha condotto vari progetti in sinergia con l’Università di Padova, fra i quali STAGE-IT, per l’inserimento in azienda di risorse umane qualificate, progetti multiaziendali di ricerca precompetitiva sulle architetture software di nuova generazione, seminari tematici sull’utilizzo dell’ICT nelle Pmi.

 


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *