Condizioni degli animali nei circhi: inchiesta Agi

//   9 gennaio 2019   // 0 Commenti

stop-animali-al-circo

I contenziosi tra gli animalisti e i proprietari dei circhi che propongono numeri con animali sono innumerevoli. Le accuse a carico di questi ultimi, infatti, sarebbero di maltrattamenti ai danni di specie di animali più o meno selvatiche, utilizzate come fonte di guadagno ai danni della salute degli stessi.

Anche l’opinione pubblica si sta orientando sulla posizione di un circo senza animali, a tal proposito sono in crescita le denunce da parte degli stessi visitatori dei circhi, che riscontrano la presenza di animali sofferenti.

Proprio in questi giorni l’Agi sta pubblicando un’inchiesta a puntate sul circo, il cui risultato finora è un lavoro di parte che non racconta la realtà oggetto dell’inchiesta stessa. Per questo LAV (Lega Antivivisezione) ha scritto al Direttore dell’Agenzia, fornendo alcune precisazioni da fornire per la completezza delle informazioni:

- Il Governo non è a un “bivio” (come titola Agi) in tema di animali nei circhi, perché la dismissione degli animali dai circhi è già Legge (dal 2017) per decisione presa dal precedente Governo.

- Il Ministro Bonisoli dell’attuale Governo ha pubblicamente confermato con un video postato su Facebook lo scorso 15 dicembre che dare attuazione a tale Legge è tra le priorità a cui sta lavorando.

- Le ragioni di questa riforma sono molteplici e profonde: sono innanzitutto ragioni etiche, a conferma di un’evoluzione culturale in atto in quanto non si ritiene accettabile sottoporre animali a costrizioni per finalità di spettacolo. La disaffezione del pubblico verso il circo con animali è stata confermata anche dal Censis in una sua indagine diffusa nel 2017.

- Vivere tutta la vita tra gabbie, addestramenti e palcoscenico, implica costrizioni e condizionamenti fortissimi dal punto di vista etologico.

- Proporre ai bambini un modello di spettacolo basato sulla sottomissione di animali è diseducativo, ed è anche subdolo il tentativo di attirare il pubblico più giovane con ingressi gratuiti o promozioni.

- Sono circa i 50 Paesi nel mondo, di cui una buona parte dell’Unione Europea, che hanno vietato o imposto restrizioni all’uso di animali nei circhi.

- 7 circhi in Italia sono stati condannati per maltrattamento animali da Tribunali italiani, in soli due anni, dal 2014 al 2016.

Le polemiche, le manifestazioni e gli interventi formali da parte delle associazioni animaliste e dei cittadini non sembrano arrestarsi, proprio per raggiungere il fine comune di un circo che diverta gli spettatori senza arrecare danno agli animali.

stop animali al circo


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *