Con l’Inter il Napoli trova la “terna” vincente

//   1 ottobre 2011   // 0 Commenti

l'arbitro Rocchi l'arbitro Rocchi

L’anticipo della 6° di campionato vede la sfida tra Inter e Napoli, due delle squadre accreditate come antagoniste del Milan nella lotta dello scudetto. I nerazzurri che, dopo l’infelice avvio di stagione con Gasperini, hanno trovato con la gestione Ranieri due vittorie, in campionato nella trasferta di Bologna e in champions league con la netta vittoria nel campo del CSKA Mosca. Quattro i punti in classifica per l’ Inter e 7 per il Napoli, che non vince sul campo dei nerazzurri da 17 anni. Con l’occasione i partenopei cercano di festeggiare nel migliore dei modi i 50 anni di Mazzarri.

larbitro Rocchi

l'arbitro Rocchi "protagonista" al Meazza

E per il Napoli e Mazzarri è festa grande allo stadio Meazza. Tre punti e primo posto in classifica,  in attesa dei risultati di domenica. Dopo un buon primo tempo dei padroni di casa, con gli ospiti ben organizzati che controllano le giocate avversarie, a  pochi minuti dalla fine del primo tempo i nerazzurri restano in dieci uomini con l’espulsione di Obi.  Fallo da rigore e i  partenopei in vantaggio con Campagnaro che ribatte in rete la respinta di Julio Cesar sul penalty calciato da Hamsik. Dubbi sia sul fallo provocato dal nigeriano, iniziato fuori aria e anche per la posizione di Campagnaro, che entra in area prima del calcio di rigore. Vibranti le proteste nerazzurre nei confronti dell’arbitro Rocchi e dell’assistente Nicoletti, che portano all’espulsione durante l’intervallo di Ranieri. Nella ripresa il Napoli legittima il successo e prima raddoppia al 56′ con Maggio e va ancora in gol al 75′ con Hamsik. Per il 3 a 0 finale. Il buon primo tempo dell’ Inter e la disfatta legata principalmente all’ingiusta inferiorità, numerica e di risultato, non inficiano il buon lavoro di riorganizzazione di Ranieri, ma la classifica dei nerazzurri, 4 punti, è sempre demoralizzante.

Nell’altro anticipo della giornata, vince  anche  la Roma di Luis Enrique che in casa supera agevolmente  l’Atalanta per 3-1. I giallorossi  si portano in classifica a quota 8. In vantaggio al 20′ con Bojan, raddoppiano al 31′ con Osvaldo. Nella ripresa Gustavo accorcia per gli ospiti  le distanze, ma all’81′ la Roma è ancora in gol con Simplicio che chiude in pratica la partita.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *