Commercio estero: Polidori, concepite proposte per stati generali

//   17 ottobre 2011   // 0 Commenti

squadra polidori

Roma, 14 ottobre 2011 – Prendono forma le proposte legislative da portare al tavolo dei lavori dei prossimi stati generali del commercio con l’estero, a Roma il 28 e 29 ottobre. Le idee sono state presentate oggi dai sei imprenditori a capo dei rispettivi tavoli made in Italy, e faranno parte del documento finale che sarà il manifesto per il rilancio del settore.
I tavoli di lavori si sono riuniti oggi nella sede del dicastero di viale Boston, alla presenza del sottosegretario al Commercio con l’Estero, Catia Polidori.

Siamo in dirittura d’arrivo: i tavoli settoriali stanno ultimando le proposte da presentare all’Assemblea di fine ottobre” – ha dichiarato il sottosegretario – ” Non posso anticiparne i contenuti, ma sicuramente sono state concepite misure legislative per dare incisività alla proiezione internazionale dell’Italia e per contribuire al dibattito relativo alla creazione di un nuovo soggetto per accompagnare più efficacemente le imprese sui mercati internazionali. Questo e’ il momento di agire sull’unica voce positiva del nostro pil – ha concluso Polidori – Come anche oggi ci confermano i dati Istat, nel mese di agosto le esportazioni italiane nel mondo tornano infatti a registrare una crescita a due cifre (+16,2%) evidenziando un balzo in avanti più favorevole nei paesi dell’U.E (+17,1%) e contemporaneamente notevole anche nei paesi extra-Ue (+15,2%). Si tratta, ancora una volta, del valore più alto che risulta dalle serie storiche dell’Istat“.

Le misure citate, che faranno parte del documento finale, verranno inviate in anticipo ai partecipanti finora iscritti agli stati generali dando la possibilità, dunque, ad ognuno di fornire le proprie osservazioni da discutere nella due giorni finale.

Il sottosegretario Polidori ha infine annunciato l’arrivo di due nuovi big dell’industria, in aggiunta ai nomi già in campo: Michele Bauli (Bauli spa) e Guido Grassi Damiani (Damiani SPA ).

Si ricorda che i sei imprenditori, presidenti di altrettanti tavoli di lavoro settoriali sono Simone Bettini, Maurizio Marinella, Rodolfo Ortolani, Luca Poncato, Gianluca Rana, Roberto Snaidero.

I tavoli riguardano i sei comparti principali del Made in ITALY (Agroalimentare; Ambiente/energia; Arredo-sistema casa; Automazione – Meccanica – Mobilità; Abbigliamento – Sistema persona e Servizi) e sono composti da associazioni di categoria, funzionari del ministero sviluppo economico, Unioncamere e Assocamerestero. A questi nomi si erano aggiunti, nei giorni scorsi, altrettanti big del calibro di Francesco Divella (pasta Divella); Gaetano Maccaferri (Gruppo Maccaferri) ; Antonio Moretti ( Arfango /Tenuta Sette Ponti); Carlo Palmieri ( Carpisa/ Yamamay); Ettore Riello ( Riello group SPA ) e Luisa Todini (Todini Costruzioni).


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *