Come scegliere la casetta per il giardino

//   12 luglio 2017   // 0 Commenti

casette

casette 300x300La casetta per il giardino è un sogno di molti, occupano poco spazio, sono belle, originali, romantiche, si sposano perfettamente con l’ambiente ed hanno un budget relativo.

In commercio ne esistono di diverse tipologie, di diverse misure e realizzate in diversi materiali. Si possono aggiungere delle personalizzazioni, rispetto alle proprie necessità.

Prima di acquistare la casetta per il giardino, è necessario comprendere bene le motivazioni e le esigenze che ci spingono all’acquisto e ciò in base alle diverse e possibili destinazioni:

  • deposito per materiali, legna, bicicletta
  • uno spazio gioco per i bambini
  • uno spazio indipendente per i figli adolescenti
  • uno spazio per il bricolage e per il fai da te
  • un luogo dove accogliere gli amici

Queste sono solo alcune delle possibilità per chi decide di scegliere la casetta per il giardino, inclusa la possibilità di creare una serra per i fiori e le piante, o anche un lugo di relax dove poter leggere un libro o dedicarsi alla scrittura.

Quanto deve misurare la casetta per il giardino?

Esistono in commercio diverse misure, l’importante è la destinazione e lo spazio dove collocarla. Oltre allo spazio, dobbiamo anche tenere conto del fatto che potrebbero esserci dei problemi di confine con le altre proprietà o problemi con il basamento. Avere una risposta chiara e precisa a queste domande, permette di poter capire quanto spazio potrà occupare la casetta.

La casetta per il giardino in quale materiale deve essere fatta?

Sicuramente la casetta per il giardino “ideale”, risulta essere quella in legno, in grado di regalare anche emozioni. Le casette in legno da giardino sono eco-sostenibili, paragonabili a dei piccoli edifici, confortevoli e calde. Possono arrivare ad avere anche delle misure importanti e significative, tanto da poter contenere piccoli o medi arredi oltre a mensole e accessori per il fai-da-te, ma possono anche trasformarsi in ufficio o in locali dove ospitare gli amici.

Scegliendo i modelli con più finestre, possiamo anche allestire una serra per i fiori e le piante, basta aggiungere qualche ripiano e qualche mensola, avremo così un luogo protetto per l’inverno e fresco per l’estate.

Le casette in legno risultano essere più isolate e immuni ai rumori, merito degli isolamenti.

Le casette per il giardino in resina o PVC, regalano tutt’altro effetto se paragonate a quelle in legno, hanno un altro valore estetico, e più che “casette” sono dei veri e propri depositi per i materiali, oppure rappresentano un ricovero sicuro per i motocicli e le biciclette. Sono molto più leggere rispetto a quelle in legno, ma non meno resistenti, pertanto offrono riparo dalla pioggia e dal sole e non hanno bisogno di manutenzione. Inoltre le casette per il giardino in resina o PVC, mantengono un’elevata resistenza meccanica e termica nel tempo.

Ci sono poi le casette in WPC (PVC e legno) che uniscono la bellezza estetica del legno alla resistenza e alla poca manutenzione del PVC creando un edificio ibrido. Mentre le  casette in alluminio e acciaio sono consigliate per gli ambienti che non necessitano di protezione dal caldo o dal freddo, ideali, ad esempio, per le biciclette o come ricoveri per la raccolta differenziata dei rifiuti.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *