Come pubblicare un libro?

//   22 febbraio 2018   // 0 Commenti

pubblicare-un-libro

Se sei interessato a scrivere un libro e hai intenzione di pubblicarlo, devi imparare a destreggiarti in un mondo intricato e pieno di ostacoli come quello del mercato editoriale. Ovviamente devi iniziare a scrivere la tua opera: per trovare l’idea giusta, e per sapere come svilupparla, è importante che tu legga molto. E questo consiglio non proviene da noi, ma da un certo Stephen King: lui ne saprà qualcosa su come si deve fare per pubblicare un libro, no? La lettura è importante sotto diversi punti di vista: da un lato fornisce un ottimo aiuto per riuscire a individuare il proprio stile; dall’altro serve a liberarsi di una certa ansia da prestazione che può compromettere il conseguimento del risultato finale.

Pubblicare un libro online

Pubblicare un libro online è la soluzione a cui puoi ricorrere se hai in mente di diventare un self publisher. Quando si parla di self publishing si fa riferimento, appunto, a ciò che è noto come pubblicazione autonoma: si tratta di un fenomeno che sta conoscendo una crescita costante, grazie a cui gli autori che raggiungono il successo hanno l’opportunità di beneficiare di entrate più consistenti e di guadagni più elevati rispetto a quelli che deriverebbero da una pubblicazione con un editore tradizionale. Ormai sul web si può trovare una vasta gamma di piattaforme per il self publishing: tra le più famose ci sono Lulu e Amazon KDP, ma vale la pena di menzionare anche Ilmiolibro.it e Youcanprint, senza dimenticare Pub.me e Street Lib.

Chiaramente, nel momento in cui prendi la decisione di pubblicarti da solo, ti devi comportare di conseguenza: nel senso che non sei più solo uno scrittore, ma al tempo stesso sei un editore. E sei un editore molto particolare, poiché pubblichi te stesso: insomma, ti sei trasformato in uno scrittore imprenditore, il che vuol dire che il tuo compito non si limita più a ideare una storia e a trascriverla in uno stile accattivante, ma è anche quello di promuovere quella stessa storia. Il tuo romanzo – o la tua raccolta di racconti, o qualunque sia il genere della tua opera – deve essere venduto online.

Pubblicare un libro con una casa editrice

In alternativa, puoi scegliere di percorrere la strada più tradizionale, che è quella di pubblicare con una casa editrice: tra il dire e il fare c’è d mezzo il mare, però, nel senso che trovare un editore disposto a pubblicarti senza chiederti soldi in cambio è più impegnativo di quel che tu possa pensare. Volendo, puoi farti aiutare da un’agenzia letteraria, ma in questo caso devi tenere conto della spesa che tale collaborazione comporta. Ricercare la casa editrice più adatta a te vuol dire anche evitare di contattare quelle che propongono generi letteraridifferenti da quello della tua opera: rivolgerti a editori che pubblicano solo thriller quando tu hai scritto un romanzo di fantascienza è una perdita di tempo (e magari di soldi, se spedisci il manoscritto in formato cartaceo) per entrambe le parti.

Quali errori evitare

Non commettere l’errore di pensare che in Italia ci siano poche case editrici: Mondadori, Einaudi e Feltrinelli sono le più famose, ma se sei un debuttante non puoi certo sperare di pubblicare la tua opera d’esordio con loro. Sii caparbio e non lasciarti abbattere dalle difficoltà: se ti andrà bene, riceverai un sacco di no; se ti andrà male, le case editrici che avrai contattato non ti degneranno nemmeno di una risposta. Non temere, però, perché con coraggio e testardaggine vedrai soddisfatto il tuo desiderio: la pazienza e il tempo sono le armi di cui non puoi fare a meno se hai voglia di diventare uno scrittore professionista, a patto che tu ti mantenga sempre umile e sia aperto alle critiche altrui.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *