Come combattere le allergie di primavera

//   22 marzo 2012   // 1 Commento

allergie primavera

Per chi soffre di allergie con l’arrivo della primavera iniziano anche mal di testa, raffreddore ed asma. Ma limitare i disagi causati dalle allergie si può: è bene sapere che non tutti i soggetti allergici sono uguali e dunque non rispondono tutti allo stesso modo ai diversi allergeni, vale a dire alle sostanze (generalmente innocue ma che in alcuni possono provocare delle reazione indesiderate) che causano le allergie. Ogni allergico ha infatti una storia a sé e dunque avrà la cura più idonea ai suoi sintomi.

In generale è comunque consigliabile capire a quali piante si è allergici e quali sono i periodi più critici di fioritura. Considerando che questi possono variare a seconda delle condizioni climatiche, sarà bene informarsi preventivamente consultando delle vere e proprie “previsioni del polline”: un po’ come le previsioni del meteo, queste permettono al soggetto allergico di non farsi trovare impreparato e di riuscire a ‘sopravvivere’ al terribile attacco.

Fortunatamente esistono poi delle profilassi, vale a dire delle cure mediche preventive, e delle terapie. Le profilassi vanno fatte in tempo con vaccini contro gli specifici allergeni; può però capitare che le malattie allergiche compaiano ugualmente ed allora sono disponibili dei farmaci anche di buona efficacia. Sia per le profilassi, sia per le terapie la raccomandazione imperativa è quella di ricorrervi soltanto sotto il controllo del proprio medico.

fonte: prontoconsumatore.it


Articoli simili:

1 COMMENT

  1. By Lorelaine69, 30 aprile 2017

    Le allergie sono davvero un disturbo fastidioso e con l’arrivo della bella stagione oltre ai sensi, purtroppo, si risvegliano anche i disagi legati alle reazioni allergiche. Io sono da anni in cura da una bravissima dermatologa, Dottoressa Clara Riga, con la quale mi trovo veramente bene e riesco sempre a prevenire le crisi asmatiche. È importante effettuare test allergici e lasciarsi seguire da uno specialista, almeno in questo modo si attenueranno i fastidi.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *