Circa tre milioni di euro per la manutenzione degli edifici di culto. Regione Veneto finanzia 13 interventi nella provincia di Padova

//   9 gennaio 2012   // 0 Commenti

Ammontano complessivamente a 2 milioni e 936 mila euro i finanziamenti che la Giunta regionale ha concesso per l’anno 2011, su proposta dell’assessore ai lavori pubblici Massimo Giorgetti, per interventi di straordinaria manutenzione, restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione di edifici per il culto e per lo svolgimento di attività senza scopo di lucro, funzionalmente connessi alla pratica religiosa. “Si tratta di opere necessarie per il consolidamento di edifici o di parti di essi – spiega Giorgetti –, ma anche per il miglioramento di strutture dedicate alla socializzazione, come oratori, sale parrocchiali, spazi per l’attività dell’associazionismo”. “A seguito dell’istruttoria svolta dagli uffici, abbiamo finanziato 64 interventi nell’intera regione – continua l’assessore – 13 dei quali in provincia di Padova, fornendo così un aiuto non solo alle  parrocchie, ma anche alle comunità che beneficiano concretamente dell’azione svolta sul piano sociale, educativo e assistenziale dai religiosi. Non possiamo negarci, infatti, che soprattutto in questo periodo di crisi economica, la chiesa e i sacerdoti rappresentano dei punti di riferimento per molte persone e famiglie in difficoltà. Ma debbono, purtroppo, a loro volta fare i conti con la diminuzione delle risorse disponibili ed è quindi opportuno, direi quasi necessario, sostenere questa capillare e preziosa realtà distribuita in tutto il territorio veneto. Contribuiamo così a mantenere e migliorare strutture e spazi finalizzati ad attività spirituali e di culto, ma anche sociali e formative: basti pensare, ad esempio, al servizio che ancora svolgono molti oratori e patronati gestiti dalle parrocchie. Inoltre, molti di questi edifici, oltre al valore artistico e culturale, rappresentano per le comunità venete anche una grande ricchezza di storia, tradizioni e identità”. “Salvaguardare edifici che uniscono devozione, senso di appartenenza, funzioni civili e sociali – conclude Giorgetti – significa preservare un patrimonio che non è solamente del Veneto, ma dell’intero Paese”.

Questi gli interventi ammessi a finanziamento nella provincia di Padova:

- chiesa della Parrocchia di S. Bernardino di Busiago di  Campo San Martino: restauro conservativo navata e superfici murarie esterne con risanamento delle murature dall’umidità di risalita; sostituzione intonaci interni deteriorati, pittura e finiture. All’esterno cucitura fratture, stuccatura fughe parietali. Contributo regionale: 45.631 euro;

- torre campanaria della chiesa parrocchiale di Campodarsego: Restauro conservativo con recupero della struttura portante della cuspide danneggiata, ricucitura paramento murario esterno costituito da mattoni pieni, iniezioni per piccoli consolidamenti di cornice, pulizia. Contributo regionale: 37.441 euro;

- ex oratorio ora centro parrocchiale di Campodoro: adeguamenti alla normativa antincendio, servizi sanitari con superamento barriere architettoniche, contenimento energetico, consolidamento strutturale di alcune zone. Contributo regionale: 51.000 euro;

- chiesa della Natività della B.V. Maria di Este: restauro e consolidamento soffitto dell’aula e dell’abside, revisione della copertura e rifacimento impianto elettrico. Contributo regionale: 51.000 euro;

- casa della Parrocchia di S. Martino Vescovo di Gazzo Padovano: intervento di recupero sia funzionale che costruttivo dell’immobile, rivedendone l’organizzazione interna e l’utilizzo di tutti i suoi spazi: rinforzo e consolidamento delle fondazioni e delle murature perimetrali, rifacimento dei solai. Contributo regionale: 51.000 euro;

- complesso parrocchiale (chiesa, canonica, abitazione del parroco, patronato, sala polivalente) dei SS. Pietro e Paolo Apostoli di Noventa Padovana: ripasso tetto canonica, risanamento facciata chiesa, messa a norma impianti elettrici patronato e manutenzioni varie. Contributo regionale: 51.000 euro;

- chiesa parrocchiale S. Gaetano – Thiene – Terranegra a Padova: risanamento fondamenta, impermeabilizzazione parete, eliminazione infiltrazioni acqua in vari punti del tetto. Contributo regionale: 51.000 euro;

- casa canonica Palazzo da Lezze di Padova: sistemazione e risanamento copertura, pulizia elementi in pietra, rifacimento e risanamento intonaci, restauro poggiolo, tinteggiatura. Contributo regionale: 51.000 euro;

- chiesa dello Spirito Santo di Padova: restauro e messa NoventaP4in sicurezza della vetrata artistica e consolidamento della struttura portante. Contributo regionale: 51.000 euro;

- complesso parrocchiale di S. Anna di Piove di Sacco: intervento di ristrutturazione parziale con opere di abbattimento barriere architettoniche ed adeguamento normativo igienico-sanitario. Contributo regionale: 51.000 euro;

- chiesa parrocchiale di S. Agostino Vescovo di Bovolenta: adeguamento impianti tecnologici (elettrico e di illuminazione, antintrusione e video sorveglianza – audio). Contributo regionale: 51.000 euro;

- chiesa parrocchiale di S. Bernardino di Busiago di Campo San Martino: restauro conservativo navata e superfici murarie esterne con risanamento delle murature dall’umidità di risalita. Contributo regionale: 5.368 euro;

- chiesa di San Giacomo in Crefanesco, parrocchia di S. Maria Maddalena di Galliera Veneta:  sistemazione esterna ed interna, opere murarie, paramenti, intonaci, ecc. Contributo regionale: 51.000 euro.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *