“CINEMAeARTE” rassegna di film sull’arte contemporanea al Teatro dell’Arte a Milano

//   18 aprile 2015   // 0 Commenti

Ilya and Emilia Kabakow Enter Here_Amei Wallach

18 film sull’arte contemporanea da 7 differenti paesi – 16 ore di proiezioni

16 Moon Mirror Jurney Rebecca Horn 02 300x208

Moon Mirror Jurney Rebecca Horn

Dal 20 al 25 aprile 2015 al via la rassegna di film sull’arte contemporanea presso il Teatro dell’Arte in via Alemagna (Triennale) provenienti dall’archivio di Festival Artecinema di Napoli, a cura di Francesca Alfano Miglietti, Laura Lombardi, Elisabetta Longari, Laura Trisorio.

05 Freezing Painting Lawrence Carrol Luigi Scaglione 300x200

Freezing Painting Lawrence Carrol

Grazie alla nuova collaborazione progettuale con CRT Milano, il festival sui rapporti tra cinema e arte che l’Accademia di Brera propone a Milano da cinque anni trova la sua collocazione stabile al Teatro dell’Arte.

Le pellicole presentate, provenienti dall’archivio di Laura Trisorio (curatrice da oltre vent’anni del festival napoletano Artecinema), propongono un’indagine nell’ambito dell’arte contemporanea e sono raggruppate in due aree tematiche: film sugli artisti  e film di artisti, cui si aggiungono un docufilm dedicato al fotografo Henry Cartier-Bresson e un altro sul sistema dell’arte di questi anni, sui rapporti di forza fra grandi musei , collezionisti e mercanti.

foto programma 213x300La programmazione di questa quinta edizione – che vede sedici ore di proiezioni ripetute complessivamente tre volte nell’arco di sei giorni – prevede opere provenienti da sette paesi differenti: Stati Uniti, Francia, Italia, Germania, Gran Bretagna, Albania e Olanda.

Le pellicole sono in lingua originale. Nei primi due giorni di programmazione è previsto un servizio di traduzione simultanea.

Si segnalano: • MOON MIRROR JOURNEY REBECCA HORN Germania, 2011, 72’, inglese, tedesco Regia: Rebecca Horn Rebecca Horn volge uno sguardo al passato e rivisita le opere più significative realizzate negli ultimi venticinque anni. Da Concert in Reverse (Münster, 1987) a Concert for Buchenwald (Weimar e Castello di Ettersberg, 1999), fino alla grande retrospettiva al Martin-GropiusBau nel 2007. Dai numerosi filmati emerge il viaggio di una vita, un viaggio nel tempo e nello spazio avvincente e pieno di poesia: un “viaggio sufita” come Rebecca Horn stessa definisce il suo film.

• ILYA AND EMILIA KABAKOV: ENTER HERE Stati Uniti, 2013, 103’, inglese, russo Regia: Amei Wallach Venti anni dopo la fuga dall’Unione Sovietica verso l’America, la coppia di artisti concettuali Ilya e Emilia Kabakov torna a Mosca per esporre la loro arte in vari siti della città. Dall’inizio degli anni ‘80 le installazioni sono state il loro mezzo espressivo privilegiato e in questa città turbolenta, specchio di un paese in fase di profonda transizione, le sperimentano confrontandosi.

• FREEZING PAINTING – LAWRENCE CARROLL Italia, 2014, 17’, italiano Regia: Luigi Scaglione Un dipinto congelato con ottocento litri di acqua. Arte e tecnica ingegneristica s’intersecano per dar vita a un’opera senza precedenti: il Freezing Painting di Lawrence Carroll. Esposta nel padiglione della Santa Sede alla Biennale di Venezia nel 2013, l’opera è raccontata con delicatezza e fedeltà da chi ha collaborato alla sua esposizione e realizzazione. Girato tra Napoli e Venezia, il film rappresenta un documento prezioso per conoscere i retroscena di una grande sfida.

• L’IMMORTALE (GINO DE DOMINICIS) Italia, 2011, 49’, italiano Regia: Giorgio Treves L’universo, il mistero e l’opera di Gino De Dominicis, uno dei più importanti artisti italiani della seconda metà del ‘900, ricostruiti attraverso molte delle sue opere e le testimonianze di critici, amici e collezionisti come Achille Bonito Oliva, Maurizio Calvesi, Vittorio Sgarbi, Fabio Sargentini, Fabrizio Lemme, Italo Tomassoni.

•  LE SIÈCLE DE CARTIER BRESSON Francia, 2012, 52’, francese Regia: Pierre Assouline Pochi fotografi sono riusciti a rivoluzionare la fotografia come Henri Cartier-Bresson, padre del moderno fotogiornalismo che ha contribuito a divulgare la “fotografia di strada” e la foto di reportage, influenzando intere generazioni di fotografi. In questo documentario, mentre sullo schermo scorrono le immagini delle sue fotografie, Cartier-Bresson ci racconta i momenti cruciali della sua vita quali l’incontro con Gandhi, i suoi primi viaggi in Africa, i tre anni in Germania come prigioniero di guerra, l’incontro con Robert Capa e con David Seymour con i quali ha fondato l’agenzia Magnum Photos.

Informazioni: Teatro dell’Arte – viale Alemagna, 6 – 20121 Milano (tram 1, 19, 27 – autobus 57, 61, 94 – M 1 e 2 Cadorna Triennale – BikeMi 33 – la sede è accessibile alle persone con disabilità

Orari: lunedì 20 e martedì 21: dalle 14.00 alle 23.00 (con traduzione simultanea) – mercoledì 22, giovedì 23, venerdì 24 e sabato 25: dalle 19.00 alle 23.00

Biglietti: € 5 per l’ingresso giornaliero – € 10 carnet per tutta la rassegna – prevendita € 1,50 – per informazioni e prenotazioni: tel. 02 72434258 – biglietteria@crtmilano.it – www.crtmilano.it – www.triennale.org

(Masha Sirago, mashasirago@gmail.com)


Tags:

arte

arte contemporanea

Artecinema

cinema

film

Masha Sirago

milano

pellicole

proiezioni

Teatro dell'Arte


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *