Chirurgia estetica: Quando qualcosa non riesce

//   26 ottobre 2011   // 1 Commento

chirurgia-legale

chirurgia legaleAlcune persone devono essere sottoposti a chirurgia plastica ricostruttiva perché hanno subito un incidente o per correggere una deformità congenita. In questi casi, c’è poco da prendere in considerazione i pro e i contro. Tuttavia, quando si ricorre alla chirurgia estetica per trasformare qualcosa che non ti piace del tuo corpo ci sono molti fattori da considerare.

Il motivo principale alla base della volontà di sottoporsi alla chirurgia estetica è spesso il nostro desiderio di piacere a noi stessi, di diventare il modello di immagine che consideriamo ideale.

Il problema è che, spesso, l’immagine è stata condizionata da stereotipi di perfezione proposti dai media. Basti dire che le immagini mozzafiato di modelli sulle riviste sono quasi sempre frutto di Photoshop e di abilità tecniche del fotografo o cameraman. Quindi, molte volte, quando inciampiamo in strada con una celebrità, allora diciamo: “Ah, però!”.

Se state pensando di scegliere la chirurgia estetica per modificare qualcosa che non vi convince, dovete prendere in considerazione una serie di fattori. In primo luogo, tutta la chirurgia comporta dei rischi e benefici. Come suggerisce il nome, la chirurgia estetica ha la finalità di correggere le forme, eccessi o difetti nel nostro corpo quando qualche “imperfezione” ci crea disagio. Se tutto va bene, l’ intervento può aumentare la nostra autostima. Per esempio, una ragazza complessata perché ritiene di avere un seno troppo piccolo potrà riacquistare sicurezza in se stessa e sentirsi più sensuale dopo una mastoplastica additiva. Un uomo con grasso addominale potrà sentirsi più a suo agio dopo una liposuzione.

Quando qualcosa non riesce

Ma d’altra parte, quando i risultati della chirurgia estetica non soddisfano le nostre aspettative, le conseguenze possono essere pericolose e traumatiche. Addirittura ci sono stati casi di persone che sono caduti in una profonda depressione quando il risultato ottenuto non soddisfa le aspettative. A parte questo, le persone che stanno prendendo in considerazione la chirurgia estetica devono essere consapevoli che a volte le cicatrici non guariscono bene, possono capitare infezioni, necrosi o altre complicanze.  Queste non sono necessariamente dovute ad un errore medico ma può essere legato alla variabilità biologica specifica del paziente. In parole più semplici, non tutti guariscono nella stessa maniera. Alcuni hanno una cicatrizzazione ottima, altri una normale e altri ancora una scadente.

 

Se dopo il periodo di recupero e guarigione il paziente non è soddisfatto dei risultati, la prima cosa che deve fare è parlare con il chirurgo per cercare di chiarire i motivi e le eventuali correzioni possibili. I costi dell’ intervento riparatore dovrebbero essere molto ridotti o addirittura a carico della struttura e/o del chirurgo.

 

Se invece si ritiene di aver subito un danno, allora le cose prendono un’ altra piega. Il primo passo è quello di verificare se abbiamo ragione. A tale scopo bisognerà chiedere la cartella clinica e sottoporsi ad una visita medico legale. La cosa è già un po’ più complessa da gestire e quindi di solito subentra un legale. Se la perizia dovesse evidenziare che effettivamente avete diritto ad un risarcimento, allora sarà l’ avvocato a rivolgersi al chirurgo per tentare una transazione privata. Se questa fallisce bisognerà ai sensi della vigente legge procedere con un Tentativo di Mediazione Obbligatoria. Se anche l’ ultima fase non ha portato i frutti desiderati, allora non rimane altro che procedere con la giustizia ordinaria che purtroppo nel nostro paese è molto lenta. Per questo motivo la chirurgia estetica va considerata come un prezioso strumento per migliorare il proprio aspetto ma va approcciata con consapevolezza e maturità.

Clinica Pallaoro – Chirurgia estetica


Articoli simili:

1 COMMENT

  1. Pingback: Risultati non desiderati dopo un intervento di chirurgia plastica | Chirurgia Plastica Estetica

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *