Chi Russia non piglia punti

//   22 novembre 2012   // 0 Commenti

Anzhi e Rubin Kazan

Stasera, 22 novembre 2012, scenderanno in campo le solite quattro squadre italiane in corsa per l’Europa League: Inter, Napoli, Lazio ed Udinese.

Dall’inizio della loro “campagna europea” abbiamo sempre supportato il nostro tricolore, specie all’estero, ma oggi dobbiamo essere più realisti: difficilmente tutte queste 4 italiane accederanno al turno successivo.

Stasera, inoltre, due delle “nostre” saranno attese nella gelida Russia, dove se russeranno non piglieranno pesci ma goal a valanga e Vodka a fiumi…

Vediamo nel dettaglio le 4 partite delle italiane in Europa League…

ANZHI-UDINESE (ore 18:00)

La squadra friulana è quella messa peggio, sia tra le 4 italiane che tra le 4 squadre del girone A. L’Udinese è infatti ultima in classifica ed oggi pomeriggio dovrà affrontare in trasferta la capolista Anzhi. La squadra di Eto’o, ex dell’Inter, è una società calcistica dell’ impronunciabile Makhachkala, capitale del Daghestan, ma per le partite di Champions League ospita le sue avversarie nella gelida Mosca. In realtà la distanza tra le due squadre non è incolmabile: i bianconeri hanno soltanto 4 punti ma l’Anzhi è a quota 7 in classifica. L’Udinese, tuttavia, è reduce da 4 pareggi consecutivi in campionato, dove ha vinto (in media) soltanto il 25% delle sue partite. I padroni di casa sono invece favoriti (quota 1.60) ed hanno fin qui subito soltanto 2 reti, contro le 9 dell’Udinese. All’andata finì 1-1 (oggi quotato a 7.00) ma se la squadra di Guidolin dormirà…non piglierà punti in Russia: il 2-0 è quotato nuovamente a 7.00 anche se, in fondo, tutti speriamo che Di Natale possa contraddirci. A completare il quadro del girone A ci penseranno Liverpool e Young Boys: a Berna si videro ben 8 goal (3-5 per il Liverpool) ed anche oggi ad Anfield ci si attende spettacolo…Forza Udinese!

RUBIN KAZAN-INTER (ore 18:00)

Sempre in Russia, sempre alle 18:00, un’altra italiana dovrà affrontare il gelo e la lunga trasferta: l’Inter, infatti, sarà impegnata sul campo del Rubin Kazan, squadra dell’omonima città capitale del Tatarstan…un altro simpatico scioglilingua! Entrambe le squadre sono matematicamente qualificate alla fase successiva, ma a Kazan si deciderà la capolista del girone, utile per un tranquillo proseguo di Europa League. L’Inter, tuttavia, ha deciso di effettuare per l’ennesima volta un massiccio turn-over e parte oggi sfavorita, non come l’Udinese (quota 5.50)…ma pur sempre ad un ghiotto 3.70. La compagine russa è reduce da ben 4 vittorie consecutive e nelle ultime 2 partite non ha mai subito reti, a differenza dell’Inter che ne ha incassate ben 5 racimolando 1 misero punto, quello ottenuto in rimonta al Meazza contro il Cagliari (2-2). La qualificazione è già in tasca e Stramaccioni potrebbe considerare come un inutile intralcio questa gelata trasferta. Il Rubin, d’altra parte, ha già dimostrato la sua pericolosità nell’andata a Milano (2-2) e parte oggi ovviamente favorito (quota 1.90). Il 2-0 (quota 9.00) ed il 2-1 (quota 8.00) appaiono quindi come i risultati più probabili. Chi russa non piglia pesci ma l’Inter in Russia potrebbe prenderli…in faccia! Forza Inter, smentisci anche tu il nostro pronostico! Nel frattempo a Baku (Azerbaijan) il Neftchi ospiterà il Partizan Belgrado per una partita da “under”: all’andata finì 0-0…ma oggi avranno ancora meno motivazioni, essendo già entrambe eliminate.

LAZIO-TOTTENHAM (ore 19:00)

Inutile nasconderlo, anche se all’andata la White Hart Lane rimase davvero bianca (0-0)…sembra questa la partita più promettente e non solo tra le 4 in cui sono impegnate le squadre italiane, ma in tutto l’immenso palinsesto serale (24 partite in totale e ben 48 squadre in campo oggi) di Europa League. La Lazio è appena uscita indenne dai due match più pericolosi dell’intera Serie A, almeno per gli aquilotti: dopo aver vinto la stracittadina contro la Roma (3-2), gli uomini di Petkovic hanno infatti strappato un incredibile pareggio allo Juventus Stadium (0-0). I campioni in carica dell’Europa, i londinesi del Chelsea, hanno perso nello stesso stadio per ben 3-0 soltanto 3 giorni dopo le prodezze di Marchetti contro la Juventus. A Roma stasera si attende un’altra squadra londinese, il Tottenham di Vilas Boas. La sua squadra non è certo rinunciataria come i cugine Blues, ma è reduce da ben 3 sconfitte consecutive: l’ultima per 5-2 nel derby con l’Arsenal. La Lazio occupa il primo posto nel girone J (8 punti) ma farebbe bene a non sottovalutare gli “Spurs”, che già all’andata andarono in rete 3 volte…ma tutte giudicate irregolari dall’arbitro. I capitolini partono oggi lievemente favoriti (quota 2.35), ma il solito turn-over è sempre in agguato e l’X2 paga 1.50: un’altro 0-0 pagherebbe 9:1 mentre per l’ 1-2 si sale fino a 11.00. In contemporanea gli sloveni del Maribor proveranno nell’impresa di vincere ad Atene contro il Panathinaikos, per allungare le loro speranze di qualificazione…o per allungare la loro agonia. Forza Lazio…ci basta anche un pareggio!

AIK STOCCOLMA-NAPOLI (ore 21:05)

Altra trasferta, altra gelata, questa volta, però, in Svezia. La nuova Friends Arena, situata a Solna (Stoccolma), è stata appena, magicamente inaugurata dalla rimonta della nazionale svedese sull’Inghilterra (4-2) e dall’incredibile rovesciata di Zlatan Ibrahimovic. Il match contro il Napoli, tuttavia, “pensionerà” il mitico stadio Rasunda, che verrà demolito dopo questo match. Il battesimo del nuovo impianto è già entrato nella Storia ma per l’addio al Rasunda gli svedesi stanno architettando un’altro progetto: sconfiggere il Napoli, da cui furono umiliati poche settimane fa al San Paolo (4-0). Dopo l’eccezionale rimonta sul Dnipro (4-2), ottenuta grazie al “poker” di Cavani, il Napoli si è enormemente complicato la vita: come farà ora ad essere eliminato da questa coppa da sempre trascurata e malvista? L’unico modo sembra quello di perdere nella fredda, freddissima Stoccolma, contro i legnosi “omini” dell’Ikea, contro i pronostici, contro tutti: la vittoria dell’AIK è ottimamente sottovalutata dai bookmakers, in lavagna a quota 4.50. Le squadre nordiche faticano enormemente nelle trasferte europee, ma si difendono abbastanza bene in casa: l’AIK, ad esempio, ha vinto 1-0 in casa contro il PSV di Eindhoven soltanto pochi giorni fa e merita dunque almeno la doppia chance (1X = quota 2.00). L’ 1-0 questa volta è quotato a 12.00 ma il Napoli in “versione europea” ha sempre fatto vedere minimo 3 reti nelle sue partite…2-2 ( quota 15.50) ? Probabilmente il match più affascinante del girone F sarà tuttavia quello tra PSV e Dnipro, dove ci si attendo goal e sorprese. Forza Napoli! Sarà questa l’unica partita visibile in chiaro, su Italia1 a partire dalle ore 20:20. Questa sarà già la terza diretta per il Napoli mentre l’Inter ne ha avute, per il momento, soltanto due: ma in TV si ricordano che esistono anche Lazio ed Udinese? No, forse no.

Buona Europa League…e agli allenatori italiani ricordiamo che…chi dorme non piglia pesci, specie in Russia!


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *