Cassa Lombarda: Weekly Macro 19/04/19 Commento ai dati della settimana ad oggi

//   23 aprile 2019   // 0 Commenti

cassa-lombarda

EZ: salgono le aspettative degli operatori finanziari ma zoppica l’economia (vendita auto, Cpi e Pmi)

È proseguito per il 5° mese consecutivo il miglioramento delle aspettative degli operatori finanziari. Il recupero beneficia del persistente buon andamento del mercato del lavoro, delle schiarite sul fronte commerciale, del rinvio della Brexit e soprattutto del buon andamento dei mercati finanziari, a prescindere dall’andamento economico che invece resta zoppicante: calano ancora le immatricolazioni, il Cpi finale conferma la decelerazione sequenziale tendenziale a prescindere da un aumento congiunturale dovuto all’energia e, soprattutto, calano inaspettatamente le anticipazioni dei Pmi, accentuando le preoccupazioni: il livello è coerente con un Pil a +0.2%. Il Pmi Man. resta abbondantemente in contrazione, mentre il Pmi Servizi riprende il trend calante risentendo delle tensioni sociali, delle incertezze politiche interne all’eurozona e delle conseguenze indirette del rallentamento manifatturiero.

 

US: indicazioni miste da manifatt. e immobil., ma migliora il deficit, crescono le vendite e il mercato del lavoro fa record

Indicazioni miste dalla manifattura: la produzione ha dato segni di stabilità per marzo, mentre i sondaggi di aprile hanno dato indicazioni contrapposte (NY in rialzo ma Philadelphia e Pmi in ribasso, pur rimanendo espansivi). Anche l’immobiliare ha dato indicazioni miste: in rialzo la fiducia dei costruttori per aprile, ma in calo permessi e costruzioni a marzo. È migliorato il deficit della bilancia commerciale, che contribuirà meglio al Pil del trimestre, e, dopo alcuni mesi fiacchi, sono fortemente cresciute le vendite. È salito bene anche l’indice principale. Il mercato del lavoro, segnando nuovi minimi per le richieste di disoccupazione dal 1969, ha sostenuto a livelli elevati aspettative e benessere dei consumatori.

 

UK: immobiliare e Cpi fiacchi, ma mercato lavoro forte, anche se con primi peggioramenti, sostiene le vendite

L’immobiliare resta debole con un calo tendenziale del prezzo per le case messe in vendita, tra interesse calante degli stranieri per paura di ulteriore svalutazione della sterlina e freno alla domanda domestica dall’incertezza sull’evoluzione e dalla paura di possibile riduzione del potere d’acquisto. Il mercato del lavoro resta forte, anche se inizia ad evidenziare alcuni peggioramenti, con salari in crescita più dell’inflazione a beneficio del potere d’acquisto dei consumatori. Il Cpi sotto controllo agevola l’atteggiamento attendista della BoE in attesa della definizione della Brexit. La forza del mercato del lavoro, la modesta base di confronto a/a e la corsa ad anticipare la data originaria della Brexit, hanno determinato nel trimestre una crescita sostenuta e progressiva della vendite che si tradurranno in un contributo positivo al Pil del periodo.

cassa lombarda


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *