Caro-benzina: In arrivo in Toscana nuove ”pompe bianche”

//   23 febbraio 2012   // 1 Commento

pompe_bianche

In Toscana sono 39, di cui 4 gestite dalla grande distribuzione (1 dalla Conad e 3 dalla Carrefour), su un totale di 1565. Approfittando anche delle liberalizzazioni nazionali, e’ un modo questo di far crescere questa attività con l’obiettivo di ridurre i costi del carburante ai consumatori. Così la Regione ha messo a punto un protocollo d’intesa che sarà firmato nelle prossime settimane con Federdistribuzione, l’Accdt (che è l’associazione delle Coop) e la Conad, ovvero le sigle di riferimento della grande distribuzione nella regione.

In pratica la giunta si impegna a modificare velocemente il Codice del commercio del 2005, in modo che nuovi impianti possano essere aperti anche se privi, ad esempio, della pompa del metano o di altri carburanti. Le stazioni di servizio potranno funzionare 24 ore su 24 e oltre a benzina e gasolio potranno vendere anche giornali, tabacchi od altri beni. La Regione si impegnerà anche a dare un taglio alla burocrazia e semplificare i passaggi amministrativi necessari per l’apertura di un nuovo impianto nei centri commerciali.

In base al protocollo i raggruppamenti firmatari si impegneranno ad aprire nuove stazioni di servizio nei loro punti vendita. Con due clausole. La prima riguarda i prezzi dei carburanti alla pompe, che dovranno rimanere contenuti, con un abbattimento di almeno 10 centesimi al litro rispetto al prezzo medio di mercato. La seconda ha a che fare con il personale: nel caso infatti il nuovo impianto porti alla chiusura di altre stazioni di servizio nel raggio di quindici chilometri, chi l’ha aperto si impegna a dare priorità, tra le nuove assunzioni, a chi nei tre anni precedenti ha lavorato come benzinaio o in attività commesse, dal lavaggio auto al bar aperto all’interno.


Articoli simili:

1 COMMENT

  1. By Luchino, 28 luglio 2017

    Ciao,
    i continui aumenti della benzina, assicurazioni e caselli autostradali ci stanno mettendo in ginocchio.
    Un metodo per risparmiare, anche fino al 70%, è il carpooling. Carpooling significa auto condivisa. In pratica chi viaggia in auto si rende disponibile ad offrire un passaggio ad altre persone in cambio di un piccolo contributo spese.
    In Italia esiste un portale gratuito per il carpooling: http://www.bring-me.it

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *