Cari motociclisti, andate in Austria

//   1 settembre 2014   // 0 Commenti

austriaIn questo triste periodo storico l’’Austria è uno dei pochi stati a mantenere un’ottima qualità della vita. Nel paese di cui Vienna è capitale la disoccupazione ruota intorno al 4% e si pone così ben al di sotto della media europea, che è al quota 12.

Lo stato d’Oltralpe si pone inoltre come un vero e proprio paradiso per una particolare categoria sociale: quella dei motociclisti. Secondo quanto riportato in un articolo del sito motori.fanpage.it, tutto ciò che un centauro desidera pare si possa trovare proprio sul territorio austriaco: paesaggi mozzafiato, passi alpini, asfalto in ottime condizioni, poco traffico e, cosa che non guasta, birra eccezionale!

Un altro aspetto molto importante è quello relativo al costo del carburante: i prezzo medio è pari a 1,2 euro/litro, niente se confrontato con quello italiano, che è di 1,828 euro/litro al self service. Come specificato nell’articolo, con un consumo di 15 km al litro si tratterebbe di un risparmio di 6 euro ogni 150 km percorsi. Per quanto riguarda il fattore economico bisogna però considerare che l’accesso ad alcune delle strade austriache più panoramiche è a pagamento; la Glossglocknertstrasse, per esempio, che porta fino al celebre ghiacciaio, ha un costo nel 2014 di 24 euro ma la qualità dell’asfalto e dei servizi è davvero alta.

Nell’articolo viene poi sottolineato uno dei grandi punti deboli del nostro Paese: nonostante le nostre Dolomiti non manchino certo di scorci spettacolari e mozzafiato, tale bellezze vengono poco valorizzate ed elementi quali le carreggiate e i servizi per i motociclisti risultino spesso poco curati. Tra i vari elementi che potrebbero essere migliorati vi sono anche i limiti di velocità, organizzati molte volte in maniera inefficace e approssimativa.

L’articolo si chiude dunque con un invito alle istituzioni affinché su questi aspetti si cerchi di imparare dai “vicini”, anziché additare come gufo o esterofilo chi pone al centro del dibattito tali questioni.

Il nostro invito per voi amici centauri è di fare un bel tagliando moto e partire per la citata Golssglocknertstrasse. Potrete verificare di persona se le differenze con le nostre strade sono davvero così evidenti e nello stesso tempo ammirare uno dei panorami alpini migliori d’Europa.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *