Car sharing: Padova per la mobilità sostenibile

//   20 settembre 2011   // 0 Commenti

car-sharing-latest

8 carsharingDopo Bologna, Brescia, Firenze, Genova, Savona, Milano, Palermo, Parma, Roma, Torino, Venezia, anche Padova aderisce al servizio di car sharing. Accedendo ai fondi appositamente destinati allo scopo dal Ministero dell’Ambiente, l’Amministrazione Comunale di Padova metterà a disposizione dei cittadini una delle 10 vetture localizzate nei punti strategici della città. Il servizio, gestito da Aps Holding, “si colloca in un circuito nazionale e questo lo rende interessante come sistema intermodale di mobilità per il singolo – ha detto il vicesindaco e assessore alla Mobilità Ivo Rossima lo rende molto interessante anche per chi possiede una flotta aziendale poiché consente di abbattere i costi in maniera notevole. Un nuovo modo di usare l’automobile che sviluppa il sistema di mobilità sostenibile e aiuta il risparmio economico”. I vantaggi del Car Sharing infatti non sono solo di natura “ecologica” (le auto noleggiabili sono infatti di recente progettazione e godono quindi dei più recenti progressi tecnologici in termini di emissioni e consumi), ma anche di matrice “pratica”: meno auto di proprietà vuol dire meno auto in circolazione, e quindi meno traffico e maggiori possibilità di parcheggio; le auto condivise vengono usate frequentemente e intensivamente, quindi vengono rinnovate con maggior frequenza (non per invecchiamento ma per usura e chilometraggio); l’efficienza delle auto più recenti non porta solo vantaggi in termini di design e comfort, ma anche in materia di sicurezza stradale. Inoltre le auto condivise non avranno limitazioni per la circolazione in centro, in zone a traffico limitato e ovviamente non saranno soggette a blocchi della circolazione per superamento delle soglie inquinanti.

Le agevolazioni non sono circoscritte all’uso privato dei mezzi, ma anche a quello aziendale e turistico: le auto in affitto infatti non necessitano di costi aggiuntivi di manutenzione o assicurazione, e per usufruirne basterà sottoscrivere abbonamenti specifici in base al genere di utilizzo. Fiducioso nel successo del servizio, il presidente di Aps Holding Amedeo Levorato ha aggiunto: “Abbiamo studiato cosa succede nelle altre città del circuito ICS (Iniziativa Car Sharing) e i dati dicono che la crescita è lenta ma costante. Una sfida che contiamo di vincere”.

Esaurenti informazioni sulle modalità di abbonamento e di utilizzo delle vetture si possono trovare nel sito dedicato www.carsharingpadova.it o telefonando al call center 848.810.000.

Ci auguriamo che l’iniziativa trovi la giusta accoglienza da parte della cittadinanza, e che stimoli le coscienze ad una maggiore sensibilità nei confronti dell’ambiente.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *