Confindustria Emilia Romagna: in arrivo “un patto per gli investimenti” a sostegno delle aziende

//   9 luglio 2012   // 0 Commenti

Maurizio_Marchesini_01

Si è tenuta questa mattina la conferenza stampa di presentazione delle linee programmatiche della nuova Presidenza di Confindustria regionale, capitanata da Maurizio Marchesini che ha fatto il punto sullo scenario economico che si fa sempre più complesso e ha presentato un pacchetto di proposte per rilanciare la crescita dell’economia regionale.
Tre macrotemi: aspetti congiunturali, situazione strutturale e proposte.

Il CSC stima flessioni del Pil del 24% nel 2012 e dello 0,3% nel 2013. Il 90% dell’arretramento di quest’anno è già acquisito nel secondo trimestre ( – 2,1%).
In apertura sono queste le parole del neo presidente che continua – i consumi delle famiglie diminuiscono nettamente, gli investimenti crollano dell’8,0% per effetto dell’estrema incertezza sulla domanda futura.
Non è sicuramente positiva la situazione per l’economia dell’Emilia Romagna – gli andamenti economici regionali si collocano e scontano appieno il contesto regionale appena delineato. L’economia dell’Emilia Romagna ha nuovamente e fortemente rallentato. Il nostro export, punto di forza e riequilibratore con saldi spesso positivi – dell’economia regionale, registra nella media progressive flessioni. In questo contesto già molto difficile il terremoto ha investito nell’ultima decade di maggio una vasta area compresa tra le province di Bologna, Modena, Reggio Emilia, Ferrara, con gravissime conseguente per la attività produttive.
Si stimano danni intorno ai due miliardi di euro.
Marchesini traccia un profilo negativo anche per quanto concerne il mercato del lavoro – Il 2011 ha chiuso con un tasso di disoccupazione del 5,3%. Il primo trimestre dell’anno in corso ha registrato un tasso del 7,35.
Allora l’imperativo è far riprendere il circolo virtuoso della crescita economica. Concentrandoci sulla manifattura che crea posti di lavoro. Tutto cio’ sarà insufficiente se il peso fiscale e contributivo rimarrà quello attuale.

UN PACCHETTO DI PROPOSTE DALLA CONFINDUSTRIA EMILIA ROMAGNA

L’obiettivo dichiara a riguardo il Presidente è – Mettere a disposizione delle aziende dell’Emilia Romagna un vero e proprio “patto per gli investimenti”. Un pacchetto di strumenti e misure di sostegno e facilitazioni da concordare con l’Amministrazione Regionale.
A detta della Confindustria rappresenterà uno strumento importante per attirare gli investimenti in aggiunta ovviamente a tutte le politiche di sostegno regionali.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *