Calcioscommesse / Santoni tira in ballo Buffon, Cannavaro e Gattuso

//   28 dicembre 2011   // 0 Commenti

gervasoni last bet calcioscommesse 300x200Il fango del calcioscommesse “sporca” anche la “sacra” Nazionale. L’ultimo capitolo di “Last Bet” suscita gran clamore: Nicola Santoni, ex preparatore dei portieri del Ravenna nonché uno dei maggiori protagonisti dell’inchiesta di Cremona, fa i nomi illustri di Gianluigi Buffon, Fabio Cannavaro e Rino Gattuso.  In un’intercettazione telefonica del 30 settembre scorso con una persona chiamata ‘Maurinho’, ovvero Maurilio Ernandes, ex allenatore del Sud Tirolo femminile, Santoni tira in ballo i tre campioni del mondo:
“…un ex calciatore…che sta collaborando con la procura di Napoli, perché il calcio è tutto truccato, è tutto marcio… e quindi… dirà due nomi e verrà fuori… perché poi dopo c’è Buffon che gioca… gioca anche lui… sti qua”.
Maurinho:  ”Buffon anche lui…”
Santoni: “Gioca 100-200mila euro al mese!… no… eeh: lui, Gattuso… Cannavaro… sono proprio malati!… Solo che non si poteva.. ugualmente… e (incomprensibile) non gli ha contestato nessuna. Si son fatti il loro mondiale, poi l’han vinto, quindi quello…”.
Questo il testo integrale dell’intercettazione pubblicato oggi sui giornali, ma di prove nemmeno l’ombra. Si tratta solo di una conversazione tra due inquisiti che comunque non fanno altro che allargare uno scandalo già estesosi ad altre partite di serie A dopo l’interrogatorio di Gervasoni: Palermo-Bari 2-1, Lazio-Genoa 4-2, Lecce-Lazio 2-4 e altri sette match di cui non sono trapelati ulteriori dettagli.
Nel frattempo, i fari sono sempre puntati su Cristiano Doni, il volto per eccellenza di Last Bet. Il fantasista orobico ha ammesso di aver “aderito” all’iniziativa illecita delle scommesse “solo per la passione che mi legava alla mia squadra e la speranza di poterla portare all’obiettivo di quella stagione“, ovvero la promozione in Serie A effettivamente ottenuta a maggio. Come se dare il massimo in campo non fosse sufficiente…


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *