Calciopoli, condannati Moggi, Bergamo, Mazzini

//   9 novembre 2011   // 1 Commento

calciopoli moggi condanna

NapoliColpevoli! Dopo anni di discussioni e illazioni cade pesantemente la mannaia del Giudice sui protagonisti di Calciopoli. Ieri, il tribunale di Napoli ha letto le sentenze, infliggendo 16 condanne e 8 assoluzioni. Nessun scampo per il grande protagonista di Calciopoli, Luciano Moggi. L’ex dirigente juventino viene riconosciuto quale vertice di un sistema (la cosiddetta ‘cupola’), una vera e propria ‘associazione a delinquere‘ che truccava l’andamento delle partite e dei campionati, e proprio per questo subisce la pena più dura. Moggi è stato così condannato a 5 anni e 8 mesi, interdetto per sempre dai pubblici uffici e in più non potrà andare allo stadio (la cosiddetta Daspo) per i prossimi 5 anni. Mano pesante anche con l’ex designatore Bergamo, condannato a 3 anni e 8 mesi e anch’esso interdetto dai pubblici uffici ma solo per 5 anni, e con l’ex presidente Figc Mazzini, 2 anni e 2 mesi di condanna. All’altro designatore Pairetto solo 1 anno e 11 mesi perché per la corte non sussiste nel suo caso la “promozione” dell’associazione, mentre vengono assolti Rodomonti, Fazzi, Fabiani, Mazzei, Scardina, Ambrosino, Ceniccola e Gemignani. Vengono puniti anche i Della Valle e Lotito per frode sportiva. Nessun risarcimento per la Juventus, che a giudizio della corte evidentemente non era perfettamente a conoscenza dei reati, mentre sono state accolte le richieste delle parti civili costituite dal Ministero dell’Economia, dal Ministero per le politiche giovanili e l’attività sportiva, dal Brescia, dall’Atalanta, dal Bologna, dalla Fallimento Salernitana Sport Spa, dalla Fallimento Victoria 2000 srl (che aveva quote del Bologna), dalla Federconsumatori Campania, dalla Figc e dal Lecce.

In attesa di Appello e Cassazione,  la speranza è che si riesca a superare definitivamente la nerissima pagina di Calciopoli e si torni a parlare solamente di calcio giocato: ne abbiamo veramente bisogno.

Richieste del PM e sentenze del processo Calciopoli

Luciano Moggi (ex dg Juve) 5 anni e 8 mesi – 5 anni e 4 mesi, interdizione in perpetuo dai pubblici uffici. Daspo di 5 anni.
Paolo Bergamo (ex designatore arbitri) 5 anni – 3 anni e 8 mesi, interdizione dai pubblici uffici per 5 anni.
Innocenzo Mazzini (ex vice presidente Figc) 4 anni – 2 anni e 2 mesi.
Pierluigi Pairetto (ex designatore arbitri) 4 anni e 6 mesi – 1 anno e 11 mesi.
Massimo De Santis (ex arbitro) 3 anni – 1 anno e 11 mesi.
Salvatore Racalbuto (ex arbitro) 2 anni e 2 mesi – 1 anno e 8 mesi.
Lillo Foti (presidente Reggina) 2 anni e 80 mila euro di multa – 1 anno e 6 mesi e 30 mila euro di multa.
Paolo Bertini (ex arbitro) 2 anni e 4 mesi – 1 anno e 5 mesi.
Antonio Dattilo (ex arbitro) 1 anno e 8 mesi – 1 anno e 5 mesi.
Claudio Lotito (presidente Lazio) 1 anno, 10 mesi e 70mila euro di multa – 1 anno e 3 mesi e 25mila euro di multa.
Sandro Mencucci (a.d. Fiorentina) 1 anno e 8 mesi – 1 anno e 3 mesi e 25mila euro di multa.
Diego Della Valle (proprietario Fiorentina) 2 anni e 80mila euro di multa – 1 anno e 3 mesi e 25mila euro di multa.
Andrea Della Valle (ex presidente Fiorentina) 1 anno, 10 mesi e 70mila euro di multa – 1 anno e 3 mesi e 25mila euro di multa.
Claudio Puglisi (ex assistente) 1 anno, 2 mesi e 20mila euro di multa – 1 anno e 20mila euro di multa.
Stefano Titomanlio (ex assistente) 1 anno – 1 anno e 20mila euro di multa
Leonardo Meani (ex addetto agli arbitri Milan) 1 anno, 6 mesi e 50mila euro di multa – 1 anno e 20mila euro di multa.
Gennaro Mazzei (collaboratore designatori) 1 anno, 4 mesi e 10mila euro di multa – Assolto.
Mariano Fabiani (ex d.s. Messina) 3 anni e 8 mesi – Assolto.
Maria Grazia Fazi (segretaria Figc) 1 anno e 6 mesi – Assolta.
Ignazio Scardina (giornalista) 1 anno e 2 mesi – Assolto.
Pasquale Rodomonti (ex arbitro) 1 anno e 20mila euro di multa – Assolto.
Ambrosino, Ceniccola, Gemignani (assistenti) assolti – Assolti.


Articoli simili:

1 COMMENT

  1. By pietro pagnoncelli, 11 novembre 2017

    bisognava aspettare 3 anni .x sentire questa sentenza . che fa schifo a tutta italia(esclusi interisti)sentenza senza testa ne coda solo tanto tanto fumo e a napoli anno tirato fuori l arrosto vergogna tutta italiana x fortuna che all appello cambierà tutto. certo che una sentenza cosi si poteva fare solo a napoli . forza moggi le verità nascoste verranno fuori combricolè moratti e compagnie belle Auricchio e Narducci la vera verità verrà fuori manigoldi . e adesso bisogna fare un indagine su queste personaggi su come hanno queste indagini . adesso vediamo e aspettiamo la verita della Casoria .la capisco poverina ,altrimenti diversamente diventava la meta di quel che è adesso .

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *