Bonaiuti: contributi per 170 milioni all’editoria

//   15 luglio 2011   // 0 Commenti

bonaiuti

Sara’ di 170 milioni la cifra su cui potra’ contare il settore dell’editoria per i contributi diretti da parte dello Stato, da erogare nel 2001 per l’anno 2010. Lo ha annunciato il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega per l’editoria Paolo Bonaiuti, in commissione Cultura alla Camera. “Nel 2010 – ha ricordato Bonaiuti – abbiamo speso circa 185 milioni di euro per i contributi 2009; di questa torta dobbiamo calcolare che sono andati ai contributi poso meno di 180 milioni, gli altri 5 sono stati destinati ai giornali italiani all’estero. L’anno scorso, pero’, eravamo riusciti a porre una limitazione al 50% sulla contribuzione ai giornali italiani all’estero, che ora non c’e’ piu’, una limitazione al 50% sui quotidiani editi dalle associazioni dei consumatori e un taglio del 2% al contributo del 2009 da riscuotere nel 2010.La torta quest’anno dovrebbe essere vicina al 90%” rispetto allo scorso anno, e dunque da “170 milioni”.

Per quanto riguarda invece il credito di imposta sulla carta, Bonaiuti ha spiegato che “bonaiuti4“. Bonaiuti ha aggiunto che l’editoria dovrebbe poter contare “su 30 milioni coperti dalla gara delle frequenze, che il ministro Romani non ha ancora indetto. Spero dopo la pausa estiva di dare risposte piu’ precise”. Per i contributi alle emittenti radio-tv Bonaiuti, ha detto che “abbiamo una funzione minore rispetto al ministero dello Sviluppo economico - ha spiegato Bonaiutima lo stanziamento per i contributi diretti per le radio politiche presenta una disponibilita’ ridotta di 4,642 milioni di euro: rispetto all’originario stanziamento di 8,28 milioni si sono dovuti sottrarre 3,660 milioni per i contenziosi in essere per gli anni passati”.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *