Beghelli: finalizzata la cessione di Beghelli Canada

//   2 maggio 2019   // 0 Commenti

Il Gruppo Beghelli riprogetta la struttura operativa, con minor investimento di capitale fuori dall’Europa e miglioramento strutturale della posizione finanziaria.
La presenza di entrambe queste condizioni è alla base della decisione strategica di accettare la proposta di acquisto ricevuta per la partecipazione in Beghelli Canada, con sede a
Markham (Ontario), che produce e vende apparecchi di illuminazione, prevalentemente per il mercato locale.
L’operazione ha inoltre una propria positiva valenza industriale in quanto sono stati stipulati con l’acquirente accordi commerciali a lungo termine che prevedono fra l’altro l’uso del marchio Beghelli, per mezzo dei quali il Gruppo Beghelli: – Continua – ai medesimi termini e condizioni – a fornire alla società canadese i prodotti e i componenti attraverso Beghelli Spa e le controllate Beghelli Elplast e Beghelli China e – continua ad assicurarsi l’approvvigionamento per quantitativi predefiniti di prodotti destinati al mercato USA.
Dal punto di vista finanziario, la liquidità derivante dalla cessione consentirà al Gruppo di rafforzare la posizione finanziaria netta, attraverso una riduzione dell’esposizione debitoria e successiva maggior disponibilità di risorse per investimenti industriali e commerciali, a sostegno della leadership del brand in Europa e finalizzati all’incremento della marginalità.
Il Piano 2019-2023 del Gruppo Beghelli prevede infatti una progressiva focalizzazione delle attività del Gruppo secondo una doppia matrice – prodotto e area geografica – per consentire di meglio difendere la posizione di leadership nel mercato dell’illuminazione di emergenza e
concentrare le linee di crescita in Europa, eventualmente anche per linee esterne, anche nel più vasto bacino della illuminazione ordinaria per applicazioni nel terziario/industriale.
La società acquirente è una Newco, 11302264 Canada Inc, controllata da Ascot Capital Group, che a sua volta controlla Standard-Stanpro, concorrente di Beghelli Canada sul mercato canadese, e dunque già presente sul mercato con una propria gamma di prodotti prevalentemente destinati all’illuminazione di sicurezza ed idonei a soddisfare le peculiarità tecnico-normative del mercato canadese.
Il prezzo di cessione dell’intera partecipazione (100%) detenuta da Beghelli Spa in Beghelli Canada è pari a circa 14 milioni di Euro, soggetto ad aggiustamenti sulla base del bilancio alla data del closing. Nel 2018 Beghelli Canada ha registrato ricavi per 18,2 milioni di euro.
Al closing, una parte del prezzo, pari a circa Euro 2,1 milioni, resterà depositata in Escrow per 24 mesi dalla data del closing, a garanzia degli obblighi contrattualmente previsti.
La cessione di Beghelli Canada, iscritta nel bilancio consolidato per circa 6 milioni di Euro, consente di realizzare una plusvalenza, al lordo di imposte, pari a circa 8 milioni di Euro a livello consolidato, prima dei costi accessori legati alla vendita e dell’eventuale aggiustamento prezzo basato sulla situazione contabile effettiva alla data del closing. La plusvalenza, così come previsto dalla normativa in vigore (art 87 del TUIR) sarà tassata in regime di “Partecipation Exemption” con un onere fiscale atteso non significativo
“L’operazione rappresenta per il Gruppo Beghelli la conferma della strategia di concentrazione sul mercato europeo, ricco di opportunità per una società come la nostra, che, insieme alla costante innovazione tecnologica, ha sempre prestato grande attenzione agli aspetti normativi ed è quindi in grado di interpretare al meglio le particolarità di un mercato comunitario, che tuttavia conserva ancora distinzioni regolamentari e di utilizzo nei vari paesi” ha dichiarato
Gian Pietro Beghelli, Presidente e fondatore del Gruppo. “L’acquisizione di Beghelli Canada è per noi strategica, in quanto ci consente di rafforzare la nostra posizione competitiva, di creare sinergie e di incrementare la value proposition al mercato” ha dichiarato Mr. David Nathaniel, Amministratore Delegato di Ascot Capital Group.
Nell’ambito dell’Operazione, Beghelli è stata assistita rispettivamente da Gianni – Origoni – Grippo – Cappelli & Partners per quanto attiene ai profili legali, nelle persone degli Avvocati Pietro Buccarelli e Camilla Antonietta Maria Nordera, Matteo Canonico e Elisabeth Filippone Thaulero e dallo Studio Gnudi in qualità di consulente finanziario e fiscale, nella persona di Matteo Tamburini, dottore commercialista.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *