Basta polemiche infondate: non uso le auto regionali e non chiedo rimborsi

//   4 marzo 2012   // 0 Commenti

luca zaia 1Ma quali auto blu! Tutte le volte che posso mi muovo con la mia Cinquecento di proprietà che, per di più, è gialla e non passa certo inosservata. Se torno a sollevare il tema delle auto blu, è solo perché non posso far passare nel silenzio le falsità che si dicono sulla nostra Regione. Spiego per l’ennesima volta come stanno le cose, sperando si possa chiudere questa assurda polemica, infarcita di clamorose inesattezze, che svia l’attenzione dei cittadini dai problemi veri del Paese. Primo: le auto a disposizione dei dodici assessori regionali sono solo sette. Le altre 300 di cui si favoleggia non sono altro che i mezzi operativi utilizzati per i servizi tecnici e amministrativi dai dipendenti della Regione, dei Geni Civili, dei Servizi Forestali e via dicendo. Secondo: io non uso le auto regionali ma, come mi è stato imposto per motivi di sicurezza, quelle della scorta assegnatami a seguito delle minacce che ho ricevuto. Tutte le volte che posso viaggio in totale libertà con la mia vettura e senza chiedere alcun rimborso. L’indagine resa nota dal Formez nei giorni scorsi, secondo la quale sarei un assiduo utilizzatore di auto blu è, pertanto, infondata. Sono bugie e non so proprio dove e come siano stati presi quei dati. La verità è che se tutti gli enti pubblici fossero virtuosi come la Regione del Veneto, il problema sull’uso corretto e appropriato delle auto di servizio in Italia nemmeno esisterebbe.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *