Barbara D’Urso presenta “Tanto poi esce il sole”, il suo nuovo libro

//   29 dicembre 2011   // 0 Commenti

barbara d'urso signorini

sara iannone alfonso signorini e patrizia de blankE’ arrivata con lo stesso passo spedito e il sorriso smagliante con il quale accoglie i suoi telespettatori di Pomeriggio Cinque, in uno splendido tailleur-doppiopetto gessato color grigio, smalto black, trucco ‘’all nature’’e qualche sobrio accessorio. Splendida e solare. Uno sguardo fugace a salutare con gli occhi qualche amico in sala e poi via a chiacchierare con Alfonso Signorini.

‘’Tanto poi esce il sole’’. Così le diceva la madre da piccola.
E’ il titolo del suo terzo libro edito Mondadori, questa volta autobiografico, che ha presentato a Roma, a tu per tu con il suo caro amico Alfonso.

Barbara D’Urso in versione inedita in un libro che racconta per intero la sua infanzia, mettendo in luce anche i lati meno splendidi di una donna che in tv siamo abituati a vedere sempre esuberante e soddisfatta di se stessa. Questo dimostra che il nostro giudizio sui personaggi famosi spesso si rivela sbagliato o per lo meno influenzato da ciò che la televisione ci mostra di loro. Non dimentichiamoci che anche loro hanno o hanno avuto paure e difficoltà. E Barbara si confessa, raccontando momenti importanti della propria vita.

E’ a Roma che ha voluto incontrare amici e fan per scambiare quattro chiacchiere sul libro. L’evento e’ stato organizzato dall’amico della D’Urso Ezio e dalla ormai nota e affascinante Sara Iannone, presidente dell’Associazione culturale ‘’L’Alba del Terzo Millennio’’ che ha speso splendide parole di ammirazione e di coraggio verso l’autrice ringraziando i numerosi volti noti che hanno partecipato all’incontro. Il tutto si e’ svolto nel meraviglioso Hotel La Minerva, vicino al Pantheon. Ad intervistare Barbara d’Urso l’amico Alfonso Signorini, arrivato da Milano nella Capitale solo per lei.

organizzatori evento ezio e sara iannoneQuesto terzo volume arriva dopo Debole è la carne, raccolta di interviste a personaggi celebri della tv e del mondo dello spettacolo e Più forti di prima, con racconti di maltrattamenti e violenze subiti dalle donne e vinti da queste ultime, ora è tempo di parlare di sè stessa.
In primo piano nel libro “Tanto poi esce il sole” è la figura della madre di Barbara D’Urso. La donna si è ammalata quando Barbara aveva sette anni ed è scomparsa pochi anni dopo, quando la figlia aveva undici eventi. Un evento che ha segnato la vita di Barbara e che lei stessa afferma che tutto ciò la fa stare male.
Barbara era troppo piccola per riuscire ad avere ricordi belli della madre e per questo ha cercato di farsi raccontare dai parenti qualcosa in più di una madre che ricorda negli anni più bui. Inoltre Barbara D’Urso ha raccontato che nonostante la madre fosse costretta a letto dalla malattia, ha comunque imposto un’educazione rigorosa alla figlia, come per esempio la cena fissata alle sette di sera. Ed emergono molto somiglianze, fra le quali, ad esempio, la severità con la quale la nota conduttrice tv ha cresciuto, da sola, i suoi figli Giammauro ed Emanuele.
Barbara non nasconde, gli episodi burrascosi della sua vita, a partire dal rapporto con il padre che, per non perdere il controllo sulla figlia, tendeva ad essere anche violento.
Nella splendida sala dell’Hotel La Minerva erano presenti anche alcuni volti noti dello spettacolo come Patrizia De Blank e la figlia Giada, Tony Santagata, Maria Monse’, Rosanna Lambertucci e una copiosa schiera di ammiratrici e ammiratori che seguono ovunque la conduttrice di Mediaset. All’evento anche lo scrittore partenopeo Luciano De Crescenzo seduto accanto alla showgirl Angela Melillo.
Una verità che lascia un velo di amarezza e a tratti di serenità, nella parte del libro in cui Barbara parla dei suoi amati figli. Insomma tutto da leggere!
Alla fine della presentazione Barbara si e’, poi, finalmente concessa ai suoi fan rilasciando autografi e foto ricordo. Poco dopo le 20 si e’ lasciata andare a risate con gli amici sorseggiando un cocktail analcolico e ‘’spizzicando’’ una fetta di panettone per poi salutare tutti… e di corsa verso un’ altro appuntamento fuori Roma.


Tags:

barbara d'urso


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *