“Ba-rock cello” di Giovanni Sollima in Conservatorio

//   27 gennaio 2019   // 0 Commenti

sollima-scultura-tiffany-e-testa-di-donna

foto Sollima © copyright Masha SiragoReportersAssociatiArchivi 300x246Appuntamento per “Serate Musicali”  lunedì 28 gennaio alle ore 20.45 in Sala Verdi del Conservatorio a Milano con il “Ba-rock cello” di Giovanni Sollima, progetto ideato dal compositore palermitano per impaginare locandine davvero variegate il cui protagonista è sempre lo strumento musicale del violoncello. Pagine dimenticate sono intrecciate con composizioni più moderne, in alcuni casi anche rock, la cui “componente sperimentale“ è affine per il virtuoso del violoncello alla ricerca sonora del Barocco.

«È come se ci fosse una sorta di linea comune o di linee parallele dove la relazione tra autore/esecutore e strumento è quasi identica anche a distanza di secoli», dichiarò qualche tempo fa il virtuoso del violoncello. Giovanni Sollima l’ho incontrato e intervistato nel 2014 durante il Festival dei 100cellos a Milano, dove, insieme a Enrico Melozzi, hanno raccolto intorno a sé una entusiasmante marea di musicisti, leggi “Giovanni Sollima e il Festival dei “100 violoncelli” a Milano: http://www.mondoliberonline.it/giovanni-sollima-e-il-festival-dei-100-violoncelli-a-milano/40501/

Il programma del prossimo lunedì parte con Bach e dalle sue Suite per violoncello solo (in programma la n. 1 in sol maggiore) proseguendo con un gioco di contrasti sonori e temporali che sono da sempre la caratteristica del progetto. Così il “Concerto rotondo“ realizzato da Sollima nel 2000 si contrappone il virtuosistico e ottocentesco Capriccio n. 7 di Piatti, la Sonata 1959 del padre del violoncellista Eliodoro è seguita dal Capriccio n. 1 di Dall’Abaco, mentre le raffinate simmetrie rinascimentali del Caprice de Chaconne di Corbetta si confrontano con il Concert Etude n. 4 del tedesco Cossmann per chiudere con la “Lamentatio“ che Sollima scrisse nel 1998.

Col suo violoncello Francesco Ruggeri realizzato a Cremona nel 1679, Sollima ha ripercorso la musica spaziando fra generi diversi, dalla musica classica al jazz, rock, etnica, elettronica con uno stile unico ed inconfondibile.

Masha Sollima e Tiffany scultura © copyright Masha SiragoReportersAssociatiArchivi 300x211

Giovanni Sollima e Masha Sirago con alcune sue sculture

Sollima e Tiffany scultura © copyright Masha SiragoReportersAssociatiArchivi 300x224

Giovanni Sollima osserva incuriosito la scultura di Tiffany "Animal academicum" by Masha Sirago che gioca a nascondersi nella custodia del suo violoncello

Sempre attento alle contaminazione nell’arte e con il piacere di andare oltre la conoscenza della musica Giovanni Sollima ha anche incontrato il progetto di Tiffany “Animal academicum” sotto l’Arco della Pace a Milano nel 2014, per lanciare insieme un messaggio di Pace. Clicca “Giovanni Sollima racconta di “una sensazione bellissima” all’Arco della Pace, Milano (video 2’20″ © copyright Masha Sirago) http://www.youtube.com/watch?v=esEbsjSLko ;  “Giovanni Sollima e….Tiffany: quando una cagnolina maltese “abbaia” in silenzio l’Arte” (video 53″  © copyright Masha Sirago): http://youtu.be/YGGpxmMn0Ds ); Tiffany, il “cane che fa cultura” che parla in silenzio e “senza  abbaiare” (video 4’16” © copyright Masha Sirago):  https://www.youtube.com/watch?v=hHjsYqi1GeM&feature=youtu.be) ; “Giovanni Sollima: dov’è Tiffany?” (video 32” © copyright Masha Sirago): https://www.youtube.com/watch?v=M8vLdQcoEYY&feature=youtu.be

Ma chi è Tiffany “Animal academicum”? E’ una cagnolina maltese diventata un personaggio con una sua originale “Mission” verso tutti gli esseri umani, in quanto “il cane è il migliore amico dell’uomo e della donna” e con grazia, dolcezza, ironia e fedeltà “abbaia” la sua quintessenza anima-le al mondo per il Bene dell’Umanità, viaggiando fra musica, letteratura e scultura, come riporta l’Agenzia Giornalistica Adnkronos:   http://www.adnkronos.com/cultura/2018/05/15/una-cagnolina-maltese-viaggia-fra-musica-cultura_pY9dAkHktlcxyH6TkquLHJ.html

E l’ incontro tra due strumenti di comunicazione “senza parole” ma che contengono milioni di parole: violoncello e scultura. “Ai piedi” del compositore e violoncellista Giovanni Sollima, la scultura da me realizzata e dedicata a Tiffany “Animal academicum” e per ricordare che anche una cagnolina maltese viveva con il Maestro Giuseppe Verdi.

Riporta l’Adnkronos il 15 maggio scorso “Una cagnolina maltese “viaggia” fra musica e cultura”, clicca https://www.adnkronos.com/cultura/2018/05/15/una-cagnolina-maltese-viaggia-fra-musica-cultura_pY9dAkHktlcxyH6TkquLHJ.html  – Tiffany è “Animal academicum et philosophicum” secondo il filosofo Salvatore Veca: http://www.mondoliberonline.it/tiffany-e-animal-academicum-et-philosophicum-secondo-il-filosofo-salvatore-veca/77541/

Masha Sirago, ph © copyright Masha Sirago/ReportersAssociati&Archivi, mashasirago@gmail.com – www.mashasirago.com

 

 


Tags:

Ba-rock cello

concerto

cultura

Enrico Melozzi

Giovanni Sollima

Le Serate Musicali

Masha Sirago

scultura

Tiffany Animal academicum

violoncello


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *