Assocastelli: un’eccellenza italiana a servizio di ospitalità e cultura

//   30 gennaio 2019   // 0 Commenti

drogo-inglese

  1. Assocastelli, in quanto associazione di proprietari e gestori di dimore prestigiose, è in prima linea per la promozione del patrimonio culturale italiano. L’associazione è nota per l’ospitalità signorile ed elegante. Se dovessimo delineare l’identikit del perfetto ospite di Assocastelli, quali dovrebbero essere le caratteristiche immancabili?

 

Il cliente e ospite di Assocastelli ha un buon livello culturale ed è interessato a conoscere la storia delle dimore e residenze dove soggiorna. E’ pure interessato a conoscerne i proprietari con i quali, talvolta, nascono vere e proprie amicizie.

 

  1. La vostra associazione ha come obiettivo principale l’esaltazione della cultura italiana, ma, nello specifico, quali obiettivi si propone al suo interno verso gli associati? E quali verso gli ospiti che si interessano alla ricchezza artistica delle magioni?

 

Il proprietario di una dimora d’epoca o storica ha anzitutto un problema: l’onerosità del bene. Assocastelli affianca e assiste gestori e proprietari per rendere profittevole l’immobile. Agli ospiti offriamo una ospitalità esclusiva e unica, ricca di suggestioni.

 

  1. Assocastelli si interessa di promozione del territorio e dei suoi prodotti, in particolare è vicina al settore vinicolo. Vini Nobili d’Italia, infatti, rappresenta un’eccellenza enologica nel nostro paese. Le iniziative che la riguardano a chi sono rivolte?

 

Vini Nobili d’Italia è un brand esclusivo di Assocastelli con il quale selezioniamo la migliore produzione proveniente da aziende di proprietà di famiglie storiche. Con Vini Nobili d’Italia stiamo preparando la fornitura alla White House di Washington, residenza del Presidente degli Stati Uniti d’America. Una iniziativa condotta con la collaborazione del celebre magazine Forbes.

 

  1. Le dimore storiche di Assocastelli sono un ottimo esempio di conservazione e restauro ben riusciti, l’eleganza e la coerenza stilistica delle residenze sono frutto del lavoro di esperti d’arte e di restauro. Assocastelli promuove e sostiene il Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze, quali sono le altre iniziative legate a questa tematica?

 

La conservazione ed il restauro, ovvero le competenze imprenditoriali e professionali del settore, rappresentano anch’esse un patrimonio che Assocastelli ha deciso di promuovere e valorizzare anche attraverso la connessione con gestori e proprietari. Il Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze, organizzato dal nostro socio Emanuele Amodei, è stato scelto da Assocastelli come luogo dove presentare l’eccellenza di questo settore. Prossimo appuntamento nel 2020.

 

  1. Nell’ambito dei suoi numerosi interessi, l’associazione promuove prestigiosi premi. Questi ultimi hanno come scopo elevare costantemente lo standard dei prodotti e delle iniziative promozionali, o quello di fidelizzare i partner e gli ospiti di Assocastelli?

 

 

I premi rappresentano il riconoscimento di un impegno e di una sensibilità. Nel caso dei proprietari di dimore storiche questo impegno è quotidiano. Assocastelli al momento ha istituito due differenti premi: Heritage Promotion con il quale conferiamo un riconoscimento ad un investitore straniero che ha investito nel nostro patrimonio. In questo caso il primo ad essere premiato sarà il magnate russso Arkady Novikov che ha acquistato Villa Fontanelle sul Lago di Como, già proprietà dello stilista Gianni Versace. L’altro è il Premio Nazionale Conservazione e Restauro che andiamo ad assegnare in occasione del Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze.

 

  1. Sul sito di Assocastelli  è presente una sezione dal nome “Protagonisti e Storie” in cui si descrivono le residenze ma anche curiosità ed avvenimenti che le riguardano. Quanto è importante narrare le storie delle dimore e dei loro abitanti per appassionare gli ospiti ed includerli nell’atmosfera dell’associazione?

 

Come dico sempre io castelli, palazzi e ville, per quanto belli (e alcuni sono veri e propri capolavori di magnificenza) restano pur sempre dei manufatti. L’anima e l’essenza è data da chi li ha voluti, vissuti e anche perduti. Quindi è molto importante conoscere e raccontare le storie.

 

  1. Il Presidente di Assocastelli Ivan Drogo Inglese, svolge la sua carica con dedizione verso la mission e la vision dell’associazione, ma anche con una notevole apertura verso partner internazionali che dimostrano affinità elettiva con Assocastelli. Quali sono le imprese e le associazioni culturali con cui Assocastelli si interfaccia nel mondo? All’estero è percepito il valore aggiunto che Assocastelli contribuisce a conferire al patrimonio artistico italiano?

 

In Italia Assocastelli riconosce solo due realtà il Fai Fondo Ambiente Italiano e l’Unesco oltre ovviamente al Ministero per i beni e le attività culturali. Ma Assocastelli è autonoma e indipendente nelle sue azioni, iniziative e strategie. Vieniamo percepiti come l’associazione più dinamica (forse anche grazie all’immobilismo altrui). Abbiamo già stipulato un agreement con l’Associazione francese dei Castelli della Loira.

drogo inglese


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *