Artigiano suicida: Roma ci blocca i fondi, ma dobbiamo poter pagare le nostre aziende a qualsiasi costo

//   12 marzo 2012   // 0 Commenti

crisi economica1E’ scandaloso il fatto che sia nata una nuova ‘figura di fallito’. Una volta il fallito era quello che aveva i debiti, oggi sono quelli con i crediti. Anche questo nuovo tragico fatto che apprendo ora va in questa direzione: oltre trenta suicidi di veneti che non si sono tolti la vita nei villaggi turistici, in vacanza, ma all’interno delle loro aziende.

È un segnale che noi giriamo al Governo a Roma, cosi’ come avevamo fatto prima con il Governo Berlusconi. E’ un segnale che ci inquieta, soprattutto per il fatto che noi potremmo pagare subito i nostri fornitori invece di farlo dopo un anno e mezzo.

Con il patto di stabilità Roma ci blocca 1 miliardo e 350 milioni presso la Tesoreria Unica. In pratica ci dice: ‘Hai soldi, disponibili in conto corrente, ma non puoi pagare’. Vorrei vedere se in Francia o in Germania o in altri paesi d’Europa accade questo.

Dobbiamo poter pagare le nostre aziende a qualsiasi costo.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *