Appello delle organizzazioni agricole venete per riduzione IMU

//   18 gennaio 2012   // 0 Commenti

1 franco manzato 11 300x199“Le organizzazioni professionali agricole hanno ragione. I Comuni le ascoltino e riducano l’IMU il più possibile. Meglio, e ragionevole, sarebbe togliere questa angheria sul lavoro del sistema primario: rischia solo di fare danni ad un comparto produttivo già provato”. L’assessore all’agricoltura del Veneto Franco Manzato si affianca all’appello delle associazioni di categoria del settore (Coldiretti, Cia, Confagricoltura e Copagri), che oggi hanno scritto ai Sindaci della Regione invitandoli a ridurre una tassa che di fatto elimina ogni agevolazione sui fabbricati e annulla le riduzioni d’imposta previste per gli imprenditori che coltivano direttamente il fondo.
“In realtà – aggiunge Manzato – tutta la manovra punisce l’economia agricola più di altre, perché colpisce gli strumenti di lavoro, chè tali sono per un imprenditore agricolo la terra, i fabbricati di servizi e spesso la casa, e i mezzi tecnici in generale, a partire dal carburante. E’ il tempo della scure, vedremo quali danni farà; per il Veneto è stata già valutata una diminuzione del PIL pari a circa 4 miliardi di valore nel prossimo triennio. Se il cosiddetto paziente muore, non resta sangue da succhiare. Voglio solo ricordare – conclude l’assessore – che il debito italiano non l’ha fatto il Veneto, che anzi ha contribuito ed è chiamato a svenarsi per tentare di rimediare a buchi fatti altrove”.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *