Ancora blocchi alla circolazione dei mezzi pesanti

//   23 luglio 2011   // 0 Commenti

Sul decreto fresco di approvazione varato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, si pronuncia Filippo Sottovia, presidente della sezione Servizi alle imprese di Confindustria Padova, che denuncia: «I nuovi divieti di circolazione estivi per i mezzi pesanti non fanno altro che penalizzare un settore strategico e trainante per l’economia, mettendo in difficoltà sia i trasportatori, che hanno consegne e contratti da rispettare, sia le stesse imprese manifatturiere».
Secondo la disposizione ministeriale infatti, i giorni che limitano la viabilità dei veicoli di massa superiore alle 7,5 tonnellate sarebbero stati ulteriormente accresciuti (ne sono previsti 5 in più) a integrazione del calendario già fissato e in ottemperanza a una ordinanza del Tar del Lazio.
I primi battibecchi però non si fanno attendere. La prima giornata di divieto di circolazione ai mezzi pesanti infatti doveva essere ieri, venerdì 22 luglio, dalle ore 16:00, ma “La confusione sull’applicazione del decreto – come ha sottolineato Sottovia – ha reso inefficace il provvedimento che non è ancora stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.
Il malinteso ha creato caos e disagi nelle aziende padovane operanti nel settore trasporti, che messe in allerta dal nuovo decreto avevano sospeso le attività o rimandato le consegne trovandosi a “Modificare logistica e organizzazione del lavoro, accollandosi una serie di costi e disagi che poi si sono rivelati inutili”, fa notare Sottovia.
Il Presidente dei Servizi alle Imprese di Confindustria Padova conclude infine sottolineando che “In Italia le merci viaggiano quasi esclusivamente su strada e bloccare i mezzi pesanti per altri cinque giorni lavorativi rischia di aggravare ulteriormente la situazione di un comparto già in crisi per l’impennata dei costi del carburante, oltre a quelli di assicurazione e pedaggi”.fermo trasporti tir 4jpg 20971


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *