Alla “Buontalenti” Istituto Alberghiero, tanti eroi senza nome

//   7 marzo 2018   // 0 Commenti

buonaulenti

Torniamo a parlare dell’Istituto Statale Alberghiero “Buontalenti” dopo una visita, autorizzata a Mondoliberonline,  nel complesso in Firenze, per rimarcare l’estremo impegno della dirigenza scolastica verso i nostri giovani, protesi al mondo del lavoro, che avranno oltre al diploma di Stato, che consente l’accesso all’Universita’, una qualifica regionale di terzo livello riconosciuta a livello nazionale ed europeo che agevola l’ingresso nel mondo del lavoro, sostenuto con dei percorsi scuola-lavoro che sono degli stages presso aziende accreditate del territorio, dove gli studenti imparano insieme agli esperti del settore tutto quanto riguarda la realta’ lavorativa: dalla ristorazione, ai servizi di sala e vendita per finire all’accoglienza turistica. Questo fluire dalla Scuola all’Azienda, difatto prepara i nostri giovani ad una capacita concreta di perfetto inserimento in un ristorante a 5 stelle, sia per il servizio ai tavoli che per il lavoro in cucina come “chef”, o al bar dietro il bancone con una conoscenza profonda del mestiere, o alla reception di un qualsiasi Hotel importante nel mondo.

La disponibilita da parte delle aziende toscane e’ preponderante, come anche la richiesta di assunzioni a diploma conseguito. Questo tipo di attivita di collegamento Scuola-Aziende credo sia una medaglia d’Oro per la “Buontalenti”, anche perche’ e soprattutto perche’ e’ frutto dell’impegno dei Professori. Durante la visita non nascondo di essere rimasto impressionato dall’ampia stanza attrezzata preposta unicamente a questo delicato impegno della Scuola, incorniciato da una “cultura” attenta al biologico, all’ecologico, a tutto quello che e’ “salute”.
La stanza di comando “alternanza scuola-lavoro”, non e’ una cosa scontata, ma richiede un costante rinnovato impegno da parte dei docenti che gettano sul tavolo di lavoro tutta la loro “cultura” professionale al servizio degli studenti, ma anche dell’eccellenza italiana. Nel vedere quella stanza che e’ uno dei punti chiave la formazione professionale, con degli stages cuciti su misura per gli studenti, mi e’ parso di essere nei corridoi nascosti di una Ambasciata americana dove tutti entrano, escono, corrono, con dossier in mano, al telefono, ai computer, o in un pronto soccorso affollato di medici, infermieri, pazienti, o addirittura negli uffici della Procura preposti all’emergenze. Una frenesia del fare, nella cornice del razionale, dell’ordine, dell’intelligenza, della obbligata competenza. Poco distante i corridoi, le aule, il silenzio, oltre quella porta: una fucina artigiana dove tutto e’ movimento, come una orchestra. Li, oltre quella porta l’impegno di tutti i Professori alla realizzazione di quel momento educativo e professionalizzante il singolo studente che viene calato nella concretezza del lavoro in un protocollo preciso con le selezionate aziende, dove l’intelligenza dei Professori e’ presente costantemente nella scienza artigiana della formazione degli studenti dell’Alberghiero appunto.
In questa stanza arrivano le richieste e le disponibilita’ delle aziende che vengono esaminate dai Professori e quindi dai medesimi utilizzate appunto per gli studenti nella cornice “alternanza scuola-lavoro”.
In questa magica stanza l’essenza della Buontalenti e della generosita’ dei suoi docenti che danno vita a tanti piccoli miracoli, da veri eroi. La riconoscenza dei diplomati lo testimonia veracemente.
buonaulenti 150x150


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *