ACQUE TRANQUILLE AL MOLO SANT’ELIGIO

//   15 marzo 2012   // 0 Commenti

molo sant'eligio_taranto

Finalmente acque tranquille al molo Sant’Eligio: la certosina opera di mediazione del Presidente dell’Autorità Portuale, ha superato brillantemente le acque agitate  della querelle di questi tre lunghi giorni che aveva messo a dura prova la serenità di 160 diportisti di stanza al porticciolo turistico omonimo.

Come è noto il 12 marzo era scaduto  sia il contratto della società Italiana Servizi sia la concessione demaniale del Comune. In pratica l’area portuale doveva essere restituita, libera da cose e persone, all’Autorità Portuale che aveva nel frattempo indetto un’apposita gara pubblica per  individuare il nuovo gestore.

La situazione però si complicava in quanto la Italiana Servizi era già in liquidazione volontaria. Il termine per l’espletamento della gara pubblica sarebbe scaduto solo il prossimo 31 Maggio. Nel frattempo, le posizioni del Comune e della società in liquidazione sembravano irremovibili,  e si prospettava quindi un periodo di transizione senza servizi e senza garanzie.

I protagonisti passivi della vicenda, gli armatori (di cui molti soci di Assonautica) cominciavano a rumoreggiare e protestare.

Nella più grande confusione di idee e di fantomatiche soluzioni del problema, l’Autorità portuale ha saputo mantenere la calma e far giungere in porto una trattativa estenuante che ha consentito alle parti di raggiungere un accordo per garantire  i servizi di base fino al 31 Maggio, data di possibile assentimento in concessione del bene demaniale al nuovo gestore.

L’accordo è giunto in un’ottica di grande cooperazione, condivisione e collaborazione tra le parti. In pratica in base ad una concessione provvisoria dell’Autorità Portuale, Comune e Italiana Servizi si impegnano alla gestione del Molo fino alla data del 31 Maggio, secondo le more del contratto originario. Arrivederci alla prossima puntata, tra 78 giorni e … Buon Vento.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *