Alenia: 70 lavoratori rischiano il posto. Le dichiarazioni dei Segretari Valerio D’Alò e Michele Tamburrano

//   4 aprile 2016   // 0 Commenti

Alenia Grottaglie1 300x200La notizia dei circa 70 lavoratori dell’azienda Tecnomessapia che rimarranno senza lavoro, aumenta la riflessione sulle scelte che vengono adottate nelle ditte esterne operanti ad Alenia, Puglia.

Il Segretario Generale della Fim-Cisl Taranto Brindisi, Valerio D’Alò dichiara a riguardo:

«Da circa un anno era noto che, per tenuta dei costi e scelte infelici di una precedente gestione,  Finmeccanica avrebbe internalizzato alcune attività. Nonostante questo, negli ultimi mesi, sono state effettuate operazioni del tutto incomprensibili: i numeri in appalto sono stati anche aumentati in una logica fuori controllo. Ora queste scelte rischiano di ricadere sui lavoratori».

Una dichiarazione che riflette una situazione difficile, fonte di preoccupazione per i lavoratori che vedono un’enorme punto interrogativo sul proprio futuro occupazionale. Padri di famiglia, figli, fratelli con una storia alle spalle da proteggere, rischiano di trovarsi così senza un lavoro in una società  perennemente in lotta con l’aumento del tasso di disoccupazione.

«Come Fim – aggiunge il Segretario territoriale di Brindisi Fim-Cisl, Michele  Tamburranosaremo al fianco di questi lavoratori, perché non siano loro a dover pagare il prezzo delle scelte dei loro datori di lavoro».

Speriamo davvero che non siano le scelte di pochi a danneggiare la vita di ben 70 famiglie.


Tags:

Alenia

disoccupazione

Fim- Cisl

Puglia

Segretario


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *