Al via a Roma il capodanno della comunita’ cinese

//   15 gennaio 2012   // 0 Commenti

140120121020

Secondo il calendario cinese il nuovo anno per la comunita’ cinese e’ stato inaugurato ieri a Roma anche se la data e’ il 23 gennaio 2012, giorno in cui parte l’anno del Drago.

Il Drago è il quinto segno, l’unico incarnato da una creatura mitologica e viene rappresentato con gli attributi di diversi animali. Nonostante il suo aspetto un po’ minaccioso, è una forza positiva, dispensatore della pioggia sulla Terra, alla quale veniva spesso associata la figura dell’imperatore come sovrano capace di regnare in modo virtuoso e illuminato, assicurando il benessere ai suoi sudditi.

140120121003 300x225L’origine della Festa di Primavera risale a un’antica leggenda, secondo la quale in Cina viveva anticamente un mostro chiamato Nian. La belva poteva uscire dalla sua tana una sola volta ogni 12 mesi e in quest’occasione poteva fare preda degli esseri umani. Per sfuggire a questo tributo di sangue si cercava in tutti i modi di spaventare il Nian con rumori forti e con oggetti di colore rosso, dai quali l’animale era terrorizzato. Questo spiega perché l’anno nuovo si accoglie con strepiti, canti, fuochi d’artificio e con la presenza massiccia del colore rosso.

“E’ la seconda volta che una festa importante del popolo cinese si svolge in una grande piazza romana come quella di piazza del Popolo, e’ una testimonianza di amicizia della capitale verso il popolo cinese”. Lo ha detto il sindaco di Roma Gianni Alemanno in occasione delle celebrazioni del Capodanno cinese in corso a piazza del Popolo dopo aver dipinto gli occhi del drago e aver dato cosi’ inizio alla festa.

1401201210121 300x225Alle 14 e’ partito da via del Corso, all’altezza di via Tomacelli, un grande corteo folkloristico che si dirigeva dritto, esibendosi in danze, acrobazie, arti marziali e canti tradizionali, verso piazza del Popolo. Ad aprire il corteo due spettacolari e lunghissimi draghi. In onore all’anno del Drago.  Dalle 14.30, in piazza del Popolo, sul palco, e’ cominciato lo spettacolo musicale dell’orchestra della Polizia municipale di Roma. Infine alle 14.40 l’ambasciatore Ding Wei insieme al sindaco di Roma Gianni Alemanno e alle altre autorità italiane presenti hanno eseguito il meraviglioso rituale di apertura festeggiamenti: dipingere di rosso gli occhi del drago. Emozionante!

140120121013 300x225Dalle 15 in poi il direttore cinese dell’Istituto Confucio di Roma, Federico Wen, ha presentato le varie esibizioni degli artisti cinesi e italiani. Spettacolari numeri scelti fra i generi artistici più famosi si sono alternati fino alle 18 con: la Compagnia popolare di acrobazie del Zhejiang, i ballerini della Compagnia folkloristica della città di Jiazhou (provincia dello Shangdong), in rappresentanza della tradizione di danza del nord della Cina; la rinomata compagnia dei giovanissimi artisti di Shanghai e i gruppi di studenti universitari di danza, canto delle minoranze etniche, arti marziali e moda.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *